Attualità - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

Trento, 18 ottobre 2018 - Un presunto episodio di razzismo è avvenuto a Trento su un pullman Flixbus diretto a Roma. Una donna - secondo il racconto di una testimone - ha preteso che un giovane passeggero africano, salito sul pullman e sedutosi accanto a lei, si spostasse in fondo al mezzo. "Sei di colore, sei di un'altra religione", avrebbe detto la donna. Vista l'insistenza della donna - racconta una testimone ai giornali locali - il giovane l'ha invitata a chiamare le forze dell'ordine, per far accertare il suo pieno diritto di essere su quel mezzo e di sedersi proprio in quel posto. Dopo l'arrivo della polizia, il giovane africano e la donna hanno discusso a lungo con gli agenti, e alla fine la questione si è risolta con il passeggero di colore che ha scambiato il posto con un'altra passeggera, che si è seduta accanto alla donna. Sull'episodio ha preso posizione Flixbus Italia. "Da sempre ci impegniamo a garantire a chiunque la possibilità di viaggiare e ricongiungersi coi propri cari, e così continueremo a fare".

Roma, 18 ottobre 2018 - Amnesty International denuncia "violazioni sistematiche" dei diritti di rifugiati e migranti al confine franco-italiano, in seguito a una missione di osservazione realizzata i 12 e 13 ottobre, nella zona di Briancon, nelle Alpi francesi, non lontano dal villaggio italiano Clavière oggetto delle recenti polemiche legate allo sconfinamento della gendarmeria francese. "Il Governo francese la smetta di fare orecchie da mercante", scrive Amnesty in un documento pubblicato sul suo sito. Nella missione(12-13 ottobre) al confine franco-italiano, gli osservatori di Amnesty International France e di altre Ong hanno certificato una lunga "lunga lista" di violazioni. Alla missione hanno partecipato 60 volontari, di cui 6 avvocati del tribunale di Gap, in Francia, e 3 italiani, con il sostegno di Ong come Anafé, La Cimade, Médecins du Monde, Médecins sans frontières, Secours Catholique Caritas France, Chemins pluriels, Emmaüs France, ASGI, GISTI, Icare 05, Refuges Solidaires e Tous Migrants

Roma, 18 ottobre 2018 – Un ragazzo ventiduenne proveniente dal Gambia, Amodou si è suicidato nel Tarantino dopo aver ricevuto il diniego per l’asilo politico nel nostro paese. A portare alla luce il tragico gesto l’associazione Babele che sta raccogliendo fondi per poter rimpatriare la salma nel paese africano. “Qui in Italia, per la legge, non poteva più starci. – si legge su Facebook – Il suo sogno era tornare in Africa. Riportiamo la sua salma nel suo villaggio in Gambia. Realizziamo insieme il suo ultimo desiderio”.

Reggio Calabria, 17 ottobre 2018 - Il tribunale del riesame di Reggio Calabria ha revocato gli arresti domiciliari nei confronti del sindaco (sospeso) di Riace, Mimmo Lucano. Il Tdl ha quindi accolto parzialmente quanto invocato dai legali Mazzone e D’Aqua e ha sostituito la misura emessa dal Gip di Locri con quella del divieto di dimora nel comune jonico. Lucano rimane quindi indagato per una serie di reati tra cui il favoreggiamento di immigrazione clandestina e l’illecito affidamento dei servizi della raccolta differenziata. Per il momento, inoltre, rimane sospeso dalla carica di primo cittadino così come aveva disposto il prefetto Michele Di Bari all’indomani dell’Operazione Xenia. Passa dal divieto di dimora nel comune di Riace all’obbligo di firma presso la polizia giudiziaria Lemlem Tesfahun, la compagna di Lucano. Anche per lei i giudici del Tribunale della libertà di Reggio Calabria hanno affievolito la misura cautelare emessa dal Gip di Locri il 2 ottobre scorso. Se Lucano, alla luce del provvedimento emesso nei suoi confronti dal TdL dovrà lasciare il piccolo borgo jonico, visto l’allontanamento disposto dai giudici, viceversa la sua compagna vi potrà fare ritorno.

Roma, 18 ottobre 2018 – “Ci sono due temi distinti: credo che il modello di accoglienza di Riace non vada smantellato, poi c’è un iter processuale che non deve far parte del dibattito politico. Penso che Lucano sia un esempio e sia una persona che è stata lasciata sola ad affrontare un tema immenso e a quel modello di integrazione dovremmo guardare con grande attenzione”. Così a margine di un evento a Roma, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in merito alla vicenda del sindaci di Riace.

Mosca, 17 ottobre 2018 - “Da quando il nostro governo è salito al potere, abbiamo lavorato per cambiare radicalmente il modo di gestire i flussi migratori verso l’Europa e non saremo soddisfatti con piccoli cambiamenti momentanei. Al contrario, andremo avanti fino a quando l’Unione europea non inizierà ad agire direttamente in Africa”. Lo ha detto il leader della Lega, vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini in un’intervista alla Tass prima della sua visita in Russia.

Roma, 17 ottobre 2018 - “Orari di rientro e maggiori controlli per gli immigrati ospitati in città. Ha fatto bene il prefetto di Firenze: chi viene assistito a spese degli italiani non è in vacanza e deve rispettare delle semplici regole”. Lo ha dichiarato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Altri articoli...

 

Advertisement