Attualità - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia
27
Dom, Maggio

Atene, 19 marzo 2018 - Ci sono sei bambini tra i 16 migranti morti sabato nel naufragio della loro imbarcazione mentre cercavano di raggiungere la Grecia. Altre tre persone risultano disperse dopo l’incidente avvenuto al largo dell’isola greca di Agathonisi, situata nei pressi della costa turca, mentre due donne e un uomo sono riusciti a raggiungere a nuoto l’isola e a lanciare l’allarme, stando a quanto riferito dalla polizia. “Non possiamo e non dobbiamo tollerare che le persone e i bambini muoiano nell’Egeo”, ha detto il ministro greco per la Migrazione, Dimitris Vitsas. Secondo l’Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr) sono 500 le persone morte o disperse nell’Egeo negli ultimi due anni.

Berlino, 16 marzo 2018 - E’ bufera su Horst Seehofer. Il nuovo ministro dell’Interno tedesco, noto per le sue posizioni dure sulla questione dei migranti, ha dichiarato in una intervista al popolare tabloid Bild che l’islam “non fa parte della Germania”. La dichiarazione del leader della Csu, il partito conservatore bavarese affiliato alla Cdu di Merkel, ha scatenato una tempesta politica all’indomani dell’avvio del quarto mandato per la cancelliera.“L’islam non è parte della Germania. Il cristianesimo ha plasmato la Germania, compresa la domenica come giorno di riposo, comprese le festività ecclesiastiche e ricorrenze come la Pasqua, la Pentecoste o il Natale”, ha detto Seehofer, pur precisando che “i musulmani che vivono tra di noi naturalmente sono parte della Germania, ma questo non significa che noi, per un qualche errato senso di deferenza, dovremmo sacrificare le nostri tradizioni o costumi”.Pronta la smentita della cancelliera. “Anche l’Islam appartiene alla Germania”, il cui passato è naturalmente di stampo “cristiano, ebraico”, ha affermato il portavoce di Merkel in conferenza stampa.

Bruxelles, 14 marzo 2018 - L’Unione europea ha sbloccato oggi altri tre miliardi di euro a favore di Ankara come previsto dall’accordo da sei miliardi di euro raggiunto con la Turchia nel 2016 per l’accoglienza dei profughi siriani. In un comunicato, l’Ue ha sottolineato che i primi tre miliardi di euro sono stati stanziati a favore di decine di progetti. “Oggi inizia la mobilitazione della seconda tranche” dello stesso importo “a favore dei rifugiati in Turchia”.

Roma, 13 marzo 2018 – Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha detto oggi a Strasburgo che non si rivolgerà ai partiti per trovare la maggioranza per il nuovo governo che propone, ma direttamente al Parlamento, e che proporrà un programma di legislatura per cinque anni con un impegno, che l’eventuale maggioranza dovrà sottoscrivere, a realizzare nel primo anno l’abolizione della Legge Fornero, la riduzione dell’aliquota fiscale al 15%, il controllo del fenomeno migratorio con l’espulsione di tutti i migranti economici (come propone, ha ricordato, anche il presidente francese Manuel Macron, campione di europeismo) e lasciando in Italia solo i rifugiati, che hanno diritto a restarvi.

Bruxelles, 15 marzo 2018 - "Siamo qui per fornire sostegno all'Italia" sui migranti, "quindi posso assicurare che continueremo a farlo" qualsiasi sia stata "la scelta politica" dei cittadini italiani alle ultime elezioni su cui "non intendo interferire". Così il commissario Ue alla migrazione Dimitris Avramopoulos sulla prospettiva di un governo guidato dalla Lega in Italia.

Milano, 13 marzo 2018 – Il segretario della Lega Lombarda e deputato della Lega, Paolo Grimoldi, auspica il blocco degli arrivi di immigrati in Lombardia dopo “l’ennesima rivolta per futili motivi, come ritardi burocratici e cibo non di loro gradimento, di richiedenti asilo, mantenuti in albergo a spese dei contribuenti, stavolta a Varese, a Masnago, dove Carabinieri e Polizia Locale sono stati costretti a intervenire per riportare la calma”.

Lo ha scritto in una nota nella quale aggiunge che “bene ha fatto” il nuovo presidente della Regione, Attilio Fontana, ad annunciare “la richiesta di una moratoria per esentare almeno per un anno la Lombardia dall’invio di ulteriori richiedenti asilo”. “La situazione in Lombardia è insostenibile con quasi 30mila richiedenti asilo sparsi sul territorio” ha concluso Grimoldi.

Roma, 12 marzo 2018 - "Un geniale uomo comune potrebbe essere il primo leader di estrema destra in Europa Occidentale dal 1945". Il Washington Post delinea così la figura di Matteo Salvini, artefice dell'exploit della Lega nelle elezioni di domenica e ora - in teoria - in corsa per ricevere l'incarico dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

In un lungo articolo, il Post - che identifica Salvini come "far-right leader"- riassume la metamorfosi del movimento "che una volta derideva i meridionali" e che ora "con il suo messaggio anti-migranti e nazionalista ha ottenuto un successo maggiore rispetto ai cugini di estrema destra negli altri paesi europei". Merito soprattutto "del geniale 44enne uomo comune che predilige jeans sbiaditi, t-shirt e una retorica anti-Islam", capace di conquistare milioni di voti "abbandonando il vecchio regionalismo del partito" e "raccogliendo le paure" di chi teme "migranti e burocrati di Bruxelles".

Altri articoli...