Attualità - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

Roma, 3 febbraio 2018 - Paura per le vie del centro di Macerata per un raid razzista. Verso le 11 un uomo di 28 anni ha sparato dalla propria auto in corsa in alcune zone della città, ferendo sei persone, tutti africani, e colpendo negozi ed edifici. Luca Traini, originario di Tolentino, incensurato, alto un metro e 80, fisico atletico, capelli rasati, è stato bloccato dai carabinieri dopo oltre un'ora in piazza della Vittoria, davanti al Monumento ai Caduti. Braccato dai militari, si è tolto il giubbotto e si è messo sulle spalle una bandiera italiana. Poi è salito sui gradini del monumento in piazza, si è girato e ha fatto il saluto romano. Al momento dell'arresto ha ammesso di essere l'autore del gesto.

Sono almeno sei i feriti, cinque uomini e una donna, tutti originari dell'Africa subsahariana e di età compresa tra i 21 e i 33 anni. Quattro dei feriti, tra cui la donna, sono già stati dimessi. Le altre due vittime sono in condizioni più gravi: uno si trova in ortopedia con una ferita a una gamba, il secondo ha una ferita da arma da fuoco a un braccio ed è stato trasferito all'ospedale di Ancona.
Traini nel 2017 si era candidato alle elezioni comunali di Corridonia, in lista con la Lega Nord: prese "zero" preferenze.

Roma, 2 febbraio 2018 - Sono 4.081 i migranti sbarcati in Italia a gennaio, l'8,6% in meno rispetto allo stesso mese del 2017, quando furono 4.467. Lo indicano i dati del Viminale. Più pronunciato il calo degli arrivi di persone partite dalla Libia: sono 3.143, il 26% in meno dello scorso anno. Gli eritrei sono i più numerosi tra i nuovi arrivati (581), seguiti dai tunisini (365) e dai pakistani (258). Una novità di quest'anno è lo sbarco di libici, che si piazzano al quarto posto con 192 unità. A gennaio sono sbarcati 407 minori non accompagnati. I richiedenti asilo trasferiti all'estero secondo la procedura della relocation sono finora 11.464.

Milano, 30 gennaio 2018 - "I migranti sono un pericolo per le donne". Ne è convinta Giulia Bongiorno, avvocato di Giulio Andreotti ed ex parlamentare finiana, ora arruolata come capolista nella 'nuova' Lega di Matteo Salvini. "Alcuni di questi soggetti - dice su Skytg24 nel corso programma di Maria Latella - provengono da territori in cui la donna è considerata essere inferiore, nelle loro case vi sono violenze e abbiamo importante anche questo".

Sul pericolo di una nuova ondata di razzismo, la Bongiorno ha affermato che "spalancando le porte a qualunque immigrazione, le persone normali non riescono a distinguere tra gli immigrati regolari e gli irregolari. Si creano caos e confusione".

Roma, 29 gennaio 2017 - Sono circa 800 i migranti tratti in salvo nel fine settimana appena passato nel Mediterraneo Centrale, in cinque distinte operazioni di soccorso, coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Sono stati recuperati anche due corpi privi di vita. I migranti, si legge in una nota della stessa Guardia costiera, si trovavano a bordo di due barconi, due gommoni e un barchino. Hanno preso parte alle operazioni di soccorso un’unità del dispositivo Eunavformed, una unità della Guardia di Finanza e unità ONG. Durante uno dei soccorsi, si è presentata la necessità di effettuare un trasporto sanitario urgente a favore di sette bambini, con acqua nei polmoni, che è stato effettuato, con il coordinamento della Centrale Operativa della Guardia Costiera, da due elicotteri della Marina Militare italiana. I bambini sono stati trasportati a Sfax (Tunisia), dove è situata la più vicina struttura ospedaliera in grado di fornire le cure adeguate.

Roma, 31 gennaio 2018 - L’Unione Cdu/Csu e la Spd sono riusciti a trovare un compromesso sul difficilissimo nodo dei ricongiungimenti per i migranti nel corso dei negoziati per la formazione di una Grande Coalizione in Germania. Anche la cancelliera Angela Merkel, oltre al segretario socialdemocratico Martin Schulz, ha espresso la sua soddisfazione per il raggiunto accordo, scrive la Welt, definendolo “una buona notizia”.

Secondo quanto scrive la Dpa, lo stop al ricongiungimento - attualmente in vigore e in scadenza a marzo - viene prolungato fino al 31 luglio, mentre in seguito la possibilità per i parenti degli richiedenti asilo di arrivare in Germania sarà limitata a 1000 persone la mese.

Roma, 29 gennaio 2018 - E’ necessario contribuire alla crescita dell’Africa, un processo che sarà lungo, ma nel frattempo passare da un sistema di flussi migratori irregolari e in mano alla criminalità a un sistema regolare e sicuro. Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, intervenendo al World economic Forum di Davos alla sessione dedicata alla stabilizzazione del Mediterraneo. “Quello che dobbiamo fare è chiaro – ha spiegato – dobbiamo contribuire alla crescita dell’Africa. Ma quanto ci vorrà per cambiare le condizioni economiche in Africa per ridurre questo fenomeno? Abbiamo bisogno di un lungo tempo e saremo impegnati con le migrazioni per i prossimi 10 o 20 anni”. Nel frattempo, ha aggiunto, c’è “un problema da affrontare: trasferire il flusso dei migranti da irregolare e criminale a un flusso regolare e sicuro. E’ possibile? Sì, è assolutamente possibile”. Per far questo occorre “distruggere la rete dei criminali”, supportare i Paesi africani a “controllare i propri territori” e “gradualmente” creare un sistema di “corridoi umanitari” e “quote” di immigrazione.

È di 30.850 la quota massima dei lavoratori non comunitari subordinati, stagionali e non stagionali, e di lavoratori autonomi che potranno fare ingresso in Italia quest’anno. Il decreto flussi 2018, DPCM 15 dicembre 2017, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 12 del 16 gennaio 2018.

Le istanze possono essere presentate, fino al 31 dicembre 2018, accedendo alla procedura informatica utilizzata anche nelle precedenti occasioni: https://nullaostalavoro.dlci.interno.it.

Lavoro non stagionale e lavoro autonomo
Sono previste 12.850 unità di cittadini non comunitari, comprese le quote da riservare alla conversione in permessi di soggiorno per lavoro subordinato e per lavoro autonomo di permessi di soggiorno rilasciati ad altro titolo.

Dalle ore 9 del 18 gennaio 2018 sono disponibili i moduli per la pre-compilazione delle istanze.

Dalle ore 9 del 23 gennaio 2018 è possibile inviare le istanze.

Lavoro subordinato stagionale
​Sono previste 18.000 unità di cittadini non comunitari residenti all'estero, da ripartire tra le regioni e le province autonome a cura del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali.
La quota riguarda lavoratori subordinati stagionali non comunitari cittadini di: Albania, Algeria, Bosnia-Herzegovina, Corea (Repubblica di Corea), Costa d’Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Ucraina.

Dalle ore 9 del 24 gennaio 2018 sono disponibili i moduli per la pre-compilazione delle istanze.

Dalle ore 9 del 31 gennaio 2018 è possibile inviare le istanze.

Altri articoli...