Attualità - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

Un enorme rogo ha devastato nella notte la baraccopoli nelle campagne del foggiano dove vivono i braccianti. "Forse doloso". Da due giorni erano in corso le operazioni di sgombero

Roma, 3 marzo 2017 - "Il piano sull'immigrazione presentato dalla Commissione UE non serve a niente, le misure sono inapplicabili e servirebbero a poco: l'unica soluzione resta il blocco navale del Mediterraneo, per non farli arrivare, con pattugliamenti e respingimenti in mare come fa la Spagna, dove nel 2016 sono sbarcati appena 6000 immigrati, il 3% di quelli sbarcati in Italia".

Lo afferma il senatore Roberto Calderoli, vice Presidente del Senato e responsabile Organizzazione e Territorio della Lega Nord. "Intanto 200 milioni per favorire i rimpatri volontari sono una miseria, non basterebbero all'Italia, figuriamoci se la cifra va suddivisa con la Grecia e altri Stati. E il piano di ricollocamenti tra i Paesi Ue, con la minaccia di aprire infrazioni a chi non collabora - afferma Calderoli - fara' solo sorridere l'Ungheria o gli altri Stati che si rifiutano di prendersi i migranti sbarcati in Italia. E l'idea di detenere gli irregolari va sorridere: l'Italia ne ha almeno 300mila, di cui 97mila solo in Lombardia, per cui dove li metterebbe?". Insomma, e' il giudizio di Calderoli, "tutte queste misure sono solo pannicelli caldi. Chiudiamo il Mediterraneo con un blocco navale, rispediamo i barconi nei porti di partenza e apriamo corridoi umanitari controllati per le poche migliaia di veri profughi siriani che scappano dalla guerra: questa e' l'unica soluzione, il resto sono solo misure buone per le conferenze stampa ma inapplicabili alla realta'".

Roma, 3 marzo 2017 - Dall'accordo tra Italia e Libia sull'immigrazione 'nessuno si aspetti risultati miracolosi in poche settimane, sarebbe un'illusione, ma si fanno passi in avanti e l'Ue ci appoggia e ci sostiene'.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, parlando alla stampa al termine dell'incontro con il premier di Malta Joseph Muscat. Proprio il tema dell'immigrazione e' stato uno di quelli al centro del colloquio. Gentiloni, in conferenza stampa, ha ricordato "gli ottimi risultati del vertice informale del Consiglio europeo di Malta di un mese fa, nel quale l'Unione ha mostrato pieno appoggio all'intesa Italia-Libia. Un'intesa su cui stiamo lavorando, e' importante che la commissione mista Italia-Libia abbia preso il via, che stia cominciando a lavorare, investiremo su questo, rafforzando ulteriormente le capacita' della guardia costiera libica".

Altri articoli...