Rimpatri. Mali: "Mai firmato accordo di riammissione con l'Ue" - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

Attualità

Dopo le proteste della società civile, il ministro degli Esteri maliano sconfessa l'intesa con l'Europa. "Non firmeremo un accordo simile"

 

 

Roma - 20 dicembre 2016 - Il ministro degli Esteri del Mali ha smentito ieri che sia stato raggiunto un accordo con l'Unione europea per il rimpatrio dei migranti maliani a cui viene negato l'asilo, come invece annunciato l'11 dicembre scorso in un comunicato congiunto con il ministro degli Esteri olandese, Bert Koenders, a nome dell'Ue.

Nella nota era stata annunciata un'intesa volta ad affrontare "le cause profonde della migrazione irregolare" e a "consentire il ritorno dall'Europa dei migranti maliani".

In una conferenza stampa tenuta ieri al fianco del ministro per i maliani all'Estero, Abdoulaye Diop, riporta Askanews, ha espresso "grande sorpresa nel sentir parlare dalla stampa della firma di un accordo di riammissione", dal momento che la visita di Koenders "non comprendeva la firma di un accordo a Bamako". "Quel documento non ha il valore legale di un accordo", ha aggiunto il ministro, facendo riferimento al comunicato congiunto dell'11 dicembre.

"Al suo ritorno in Olanda, il ministro ha mostraro come un trofeo questo comunicato stampa per rivendicare la firma di un accordo storico", ha denunciato il capo della diplomazia del Mali. Da parte sua, il ministro per i maliani all'estero, Abdourhamane Sylla, ha assicurato che "un accordo simile non verra' firmato dal Mali".

L'intesa era stata fortemente contestata dalla societa' civile, denunciando in particolare come un massiccio rimpatrio dei maliani che oggi vivono in Europa potrebbe avere un duro impatto sulle rimesse che oggi arrivano nel Paese. Sono circa quattro milioni i maliani che vivono all'estero, stando ai dati dei ministero dei maliani all'Estero, pari a quasi il 20% della popolazione.

Stando ai dati Eurostat, nel 2014 sono state 12.945 le richieste di asilo presentate da cittadini del Mali e 8.405 nel 2015. Secondo i dati diffusi dall'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), i maliani giunti in Italia fino al 30 novembre scorso sono stati 9.416, in aumento rispetto ai 5.307 registrati nello stesso periodo dell'anno precedente.