L'esperto risponde - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

Il rilascio del visto di ingresso di solito è soggetto al pagamento di un costo variabile a seconda del tipo di  visto che si richiede. Le tipologie di visti si dividono primordialmente in base alla durata del soggiorno in breve e lunga durata.

Visti Uniformi Schengen (VSU) sono validi per l’ingresso in tutti i Paesi Schengen e vengono rilasciati sia per  motivi di transito aeroportuale (tipo A) sia per un viaggio o per un soggiorno di breve durata (tipo C). La durata massima del soggiorno che può essere concesso con questo tipo di visto è di 90 giorni e lo stesso può avere uno o più ingressi. Il costo amministrativo per il rilascio dei Visti Uniformi Schengen è pari a 60 euro. I minori di età compresa tra i 6 e i 12 anni devono pagare 35 euro.

Visti Nazionali (VN) di lunga durata sono validi per l’ingresso nel territorio nazionale per un soggiorno superiore a 90 giorni (tipo D) e per l’eventuale transito negli altri Paesi Schengen di soli  5 giorni. È il caso, ad esempio, dei visti per lavoro o ricongiungimento familiare. Il costo amministrativo dei Visti  Nazionali  di lunga durata è pari a 116 euro. In alcuni casi sono previste dell’esenzioni dal pagamento dei visti per le seguenti categorie di persone:
diplomatici o funzionari internazionali in missione (breve soggiorno);
minori di 6 anni (breve soggiorno);
studenti (breve soggiorno);
parenti fino al II grado di cittadini UE;
ricercatori;
In alcuni casi le Rappresentanze diplomatiche consolari italiane all’estero si avvalgono di società esterne per il disbrigo delle pratiche di visto, ciò al fine di ridurre i tempi di attesa, per evitare inutili file e per aiutare chi ha difficoltà con documenti e uffici.
L’elenco completo dei Paese in cui le Rappresentanze diplomatiche consolari italiane si avvalgono di servizi esterni è consultabile sul sito del Ministero degli Affari Esteri e per la Cooperazione Internazionale. Clicca qui per scaricare l’elenco


D.ssa Maria Elena Arguello

Roma – 23 marzo 2017 – Quest’anno il governo ha introdotto il cosiddetto Bonus mamma - un premio di 800 euro per ogni bambino nato o adottato nell'anno in corso. Anche le mamme straniere lo possono chiedere?

Roma – 20 marzo 2017 - Il bonus Mamme Domani è un premio di 800 euro destinato alle neo-mamme in occasione della nascita o dell’adozione di un minore.

Sono venuto a trovare dei parenti, il mio visto dura solo 90 giorni, ma vorrei trattenermi un pò di più. Come faccio a chiedere una proroga?

Voglio presentare la domanda per il permesso Ue soggiornanti di lungo periodo e mi hanno detto che servono casellario giudiziale e carichi pendenti. Perchè? Come posso procurarmeli?

Ho dato un appartamento in affitto a un cittadino straniero. Il contratto è regolarmente registrato. Mi dice che devo presentare anche la comunicazone di cessione di fabbricato in Questura. È vero? A che serve? 

Sono una studentessa straniera con un permesso per studio. Mi hanno offerto un lavoro part-time come babysitter. Posso essere assunta ? Devo convertire il mio permesso? 

Vorrei farmi raggiungere in Italia da mia moglie. Sto in una casa in affitto, che documentazione devo presentare?

Buongiorno, devo assumere una badante e vorrei chiarirmi le idee su quanto mi potrà costare. Oltre al suo stipendio, quanto dovrò pagare in contributi Inps?

Sono appena arrivata in Italia con il ricongiungimento familiare e sono in attesa del permesso di soggiorno. Posso iscrivermi all'anagrafe e prendere la residenza?

Vorrei chiedere il permesso Ue per soggiornanti di lungo periodo (carta di soggiorno) ma mi hanno detto che c'è una prova di lingua italiana. Come funziona?

La mia colf mi ha comunicato che vuole dimettersi. Come funziona? Deve rivolgersi ad un patronato per l’invio telematico?