Terremoto in Ecuador, donazione per le vittime dal concerto di Don Chezina - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

Nuovi cittadini

Rappresentanti di Evolution, Qube Roma ed Expreso Latino l'hanno consegnato oggi all'ambasciata ecuadoriana

 

 

Roma - 15 giugno 2016 - A due mesi fa del terribile terremoto che ha lasciato in ginocchio l'Ecuador, anche dall'Italia continuano ad arrivare aiuti alle vittime.

Lo scorso 16 aprile, una scossa di 7,8 sulla scala Richter ha devastato la costa nord del Paese, uccidendo 660 persone e lasciandone 22 mila senza casa, secondo gli ultimi dati ufficiali. Capi di stato dall'America Latina e del mondo, aziende private, religiose e umanitarie hanno fatto donazioni come atto della loro solidarietà per il popolo latino-americano.

Evolution e Qube Roma, insieme a Expreso Latino, partecipano con una donazione resa possibile grazie al concerto di beneficenza che si è tenuto cinque giorni dopo la tragedia presso il locale Black Qube di Roma. Protagonista della serata è stato il cantante e produttore di reggaeton Don Chezina, che prima di iniziare la sua performance ha ricordato con parole commoventi le vittime. Il contributo è stato consegnato oggi all’Ambasciata dell'Ecuador in Italia.

L’Ambasciatore dell'Ecuador in Italia, Juan Holguín Flores  ha ringraziato per il sostegno ricevuto dopo il terremoto che ha scosso il paese sudamericano, e a suo nome la dottoressa Laila Zavala, funzionario diplomatico, ha ricevuto i promotori dell'iniziativa per ringraziarli personalmente. Ha aggiunto inoltre che con il lavoro e lo sforzo il Paese uscirà presto da questo difficile momento, e ha invitato anche a tutti gli italiani e gli stranieri residenti in Italia a continuare a donare sul conto della Ambasciata dell'Ecuador.

Serge Itela, rappresentante di Evolution, ha ringraziato per l’incontro e si è messo a disposizione del Governo Ecuadoriano, sottolineando che "è un peccato vedere che le disgrazie si verificano in luoghi dove c'è già troppo dolore".