L'avviso razzista di Air China: "Attenti a indiani, pakistani e neri" - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

S.O.S. Razzismo

Sul magazine di bordo della compagnia di bandiera i consigli ai turisti che vanno a Londra. Scoppia un caso diplomatico, poi le scuse

 

Roma – 9 settembre 2016 – “Londra è generalmente un posto sicuro per viaggiare, ma bisogna prendere precauzioni quando si entra in aree popolate soprattutto da Indiani, Pakistani e neri”. 

Consigli di viaggio razzisti per i passeggeri offerti gentilmente da Air China, sul numero di settembre del magazine Wings of China in distribuzione sui suoi aerei. Tra gli avvisi relativi alla sicurezza, c’era anche l’invito “a non uscire da soli la notte” e a considerare che “le donne dovrebbero essere sempre accompagnate da un’altra persona quando viaggiano”.

Ne è nata una polemica da crisi diplomatica. Il deputato londinese di origini indiane Virendra Sharma ha chiesto all’ambasciatore cinese di scusarsi per quelle affermazioni “palesemente false e razziste” e ha invitato i rappresentanti della compagnia di bandiera cinese a verificare di persona che il suo collegio elettorale è “molto multiculturale”, ma è anche sicuro. 

Non si sono fatte attendere le doverose scuse di Air China Media, che pubblica il magazine: “Quella descrizione inappropriata è stata un mero errore dei redattori e non rispecchia le idee del magazine. Ritireremo subito l’edizione di questo mese e impareremo la lezione da questo incidente”. 

Intanto, però, l’articolo l’avranno letto in tanti. Tra le sue 98 destinazioni internazionali, Air China vanta anche due voli giornalieri tra Pechino e Heatrow. I visitatori cinesi in Inghilterra lo scorso anno sono quasi raddoppiati, con 270 mila viaggi censiti da VisitBritain, l’Ente Nazionale Britannico per il Turismo.