in

Legge 6 agosto 2008, n. 133 Conversione con modificazioni del decreto legge 25 giugno 2008

E’ stata approvata dal Parlamento la legge 6 agosto 2008, n. 133 di "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria", pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 195 del 21 agosto 2008 – Suppl. Ordinario n. 196.

Restano validi gli atti e i provvedimenti adottati e sono fatti salvi gli effetti prodottisi ed i rapporti giuridici sorti sulla base delle norme del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, modificate o non convertite in legge.

Tale legge conferma, tra le altre cose, l’abrogazione della procedura telematica per le dimissioni volontarie (si veda l’art. 39, co. 10, lett. l), che abroga la legge 188/2007).

Segnaliamo inoltre la presenza, all’interno del provvedimento, di alcune disposizioni che potrebbero ritenersi discriminatorie nei confronti dei cittadini stranieri in Italia.

Si fa riferimento in particolare alle norme relative al piano casa (art. 11, co. 2, lett. g), all’assegno sociale (art. 20, co. 10) e alla mancata applicazione ai cittadini dell’Unione Europea delle disposizioni del T.U. immigrazione, se più favorevoli (art. 37, certificazioni e prestazioni sanitarie).

 

 

SCARICA LA LEGGE

Condividi su:

Flussi: stop ai nulla osta a Milano

Padova: troppi romeni, l’anagrafe va in tilt