in

Consiglio di Stato. Permesso di soggiorno per motivi familiari e documenti falsi

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso presentato dallo straniero che si è visto annullare il permesso di soggiorno per motivi famigliari dalla. Il motivo è la mancata comunicazione di preavviso di diniego all’interessata, ai sensi dell’art. 10bis della legge n. 241/90, in merito alla falsità dello stato di famiglia presentato per la richiesta del documento di soggiorno.

 

SCARICA LA SENTENZA

Condividi su:

• Inail. Circolare n. 10/2016 in merito alla modalità di inoltro dei certificati medici

Chi sono i rifugiati? Ministero dell’Istruzione e Unhcr insieme nelle scuole