in

TAV: COTA (LEGA), TRA MINISTRI CONFUSIONE TOTALE

(ANSA) – TORINO, 8 GEN – "Ma che utilità può avere un vertice in un convento per un esecutivo all’interno del quale i ministri dicono tutto ed il contrario di tutto, gli uni contro gli altri": lo dichiara Roberto Cota, vice capogruppo del Carroccio alla Camera e segretario nazionale della Lega Nord Piemont. Cota attacca in particolare il ministro Ferrero "che sul Tav dice l’esatto contrario di quanto affermato per esempio dal presidente del Consiglio, da altri leader della maggioranza, dalla presidente della Regione Piemonte Bresso e dal sindaco di Torino Chiamparino". "La stessa scena – aggiunge Cota – si ripete sull’immigrazione: un giorno Amato fa balenare l’intenzione di applicare controlli più rigidi nei confronti delle moschee e di certa immigrazione, ed il giorno dopo Ferrero precisa invece che il modello da eseguire sarebbe quello dell’immigrazione libera e della chiusura dei Cpt". "Ben che vada – chiosa Cota – siamo alla confusione totale".(ANSA). 2007-01-08 17:05

(8 gennaio 2007)

Condividi su:

Decreto legislativo 8 gennaio 2007 PDS CE

CRIMINALITA’: 22 ARRESTI DA CC IN SARDEGNA, ANCHE SCAFISTI