in

Accoglienza migranti. Puglia, 14 indagati per frode in atti pubblici

Taranto, 17 aprile 2019 – La Gdf di Taranto ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 14 persone, tra cui imprenditori, rappresentanti di associazioni e cooperative sociali e di un dipendente pubblico.

Il provvedimento scaturisce da controlli eseguiti nell’ambito delle procedure di appalto avviate dalla Prefettura per l’acquisizione di “servizi di temporanea accoglienza di immigrati richiedenti asilo o protezione internazionale”. Gli indagati rispondono a vario titolo di frode e falsità in atti pubblici. Un funzionario della Asl è accusato di corruzione.
Secondo l’accusa, i responsabili di tre diversi enti associativi affidatari dei servizi di accoglienza e della fornitura di vitto e alloggio, in concorso con imprenditori titolari di strutture alberghiere e di altri soggetti privati, non hanno somministrato i pasti secondo quanto previsto dal capitolato d’appalto, non hanno consegnato vestiario adeguato alla stagione invernale e, comunque, hanno ospitato i migranti in strutture non idonee.

Condividi su:

Salvini: ‘I porti restano chiusi, decido io’

Salvini: ‘Anche con cento processi non cambio idea sui porti chiusi’