in

Padova. Uno studente: “La differenza tra me e Prince Jerry? Io vado in Erasmus, lui è morto”. Ma l’assessore leghista lo contesta

Roma, 14 febbraio 2019 – “Sapete la differenza tra me e Prince Jerry? Io sono vivo. Lui è morto”. Inizia così il discorso di Alberto Rosada, presidente del Consiglio degli Studenti, all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Padova.
“Io potrò andare in Erasmus. Lui, già laureato, per cercare un futuro migliore è dovuto passare attraverso l’inferno libico e il Mediterraneo”. E ancora: “Altre differenze? Il colore della pelle. Lui era nigeriano, io sono italiano”. E “proprio perché sono italiano la mia vita, per qualcuno, sembra valere di più”. Parole toccanti, dure e al tempo stesso commoventi, che non sono state prese affatto bene da Roberto Marcato, assessore della Regione Veneto allo Sviluppo economico, che ha assistito al discorso al fianco della presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati.
Un intervento evidentemente non gradito dall’assessore del Carroccio, che più volte mostrato chiari segnali di insofferenza.

Condividi su:

Gasparri: ‘Non procedere su Salvini per il caso Diciotti’

Catania. Tratta internazionale di esseri umani, cinque arresti