in

Calcio: Roma e Lazio in campo contro il razzismo e l’antisemitismo

Sabatini (AS Roma): ”è doloroso che ancora oggi si discuta di antisemitismo e antirazzismo”

Roma, 3 marzo 2012 –  In campo contro il razzismo e l’antisemitismo con un gesto semplice: indossando domani al derby della Capitale una maglia ad hoc.

L’iniziativa e’ stata presentata in Campidoglio dal presidente dell’Assemblea Capitolina, Marco Pomarici, insieme all’assessore alle Relazioni Istituzionali della comunita’ ebraica di Roma, Ruben Della Rocca, ai dirigenti della A.S. Roma e S.S. Lazio Walter Sabatini e Igli Tare, e ai due calciatori Fabio Simplicio e Cristian Brocchi.

”Roma e Lazio unite contro il razzismo”, questa sara’ la scritta stampata sulle maglie che indosseranno i bambini che accompagneranno i giocatori in campo. Per Pomarici si tratta di un evento ”quasi internazionale, quindi un messaggio che, partendo dallo Stadio Olimpico, possa avere un’incidenza ancora maggiore”.

Per Della Rocca, questa iniziativa significa che ”le societa’ sono sensibili a questo argomento. Chi lancia un coro verso gli ebrei rievoca le leggi razziali del ’38”. Forte l’impegno dei dirigenti di Roma e Lazio. Sabatini ha spiegato che ”e’ doloroso che ancora oggi si discuta di antisemitismo e antirazzismo”. E Tare, da parte sua, ha sottolineato che ”queste iniziative possono fare solo bene, soprattutto in una citta’ come Roma che ha due societa’ importanti”.

 

Condividi su:

Gli immigrati producono oltre il 12% del valore aggiunto nazionale

“L’Italia sono anch’io”: raccolte oltre 50mila per la riforma della cittadinanza