in

Chiti (Pd): “Coniugare legalità e solidarietà”

"Non abbassare la guardia contro razzismo e xenofobia" Roma, 22 novembre 2010 – "Legalità e solidarietà devono camminare di pari passo: ciò significa accoglienza verso gli stranieri che vengono in Italia secondo la legge, per svolgere un lavoro onesto o per trovare rifugio da guerre e persecuzioni".

Ad affermarlo e’ il parlamentare del Pd Vannino Chiti, vicepresidente del Senato, a Pistoia nel corso della ‘Giornata internazionale della pace, della cultura e della solidarieta”.

Per Chiti, "le politiche che affermano il rispetto delle regole e garantiscono la sicurezza, pur se severe, non possono far abbassare la guardia contro razzismo e xenofobia, non possono cancellare ogni spirito di comprensione e sostituirlo con l’esclusione". Sottolinea l’esponente del Partito democratico: "Abbiamo bisogno di ordine e legalita’, per avere uno sviluppo omogeneo in ogni parte dell’Italia, da nord a sud. La crisi economica e profonda che stiamo attraversando deve ricostruire una solidarieta’ tra le generazioni, tra giovani e anziani, tra le diverse aree del Paese. La spinta all’emarginazione e’ sempre negativa".

Condividi su:

Fini: “Sì a voto amministrativo per gli immigrati regolari”

Torino: sei immigrati ospiti del Cie si cuciono le labbra