in

È finito il Ramadan, musulmani in festa per Eid el Fitr

Il mese di digiuno è alle spalle, preghiere, pranzi e doni a bambini. La grande Moschea: “Festa di tutti”

 
Roma – 17 luglio 2015 – Musulmani in festa, anche in Italia. Ieri sera, al tramonto, è finito il Ramadan e oggi si celebra Eid el Fitr.
 
Quest’anno i fedeli si lasciano alle spalle un mese di digiuno particolarmente duro. Il calendario lunare lo ha infatti fatto cadere d’estate, tra giugno e luglio, e tra l’altro con temperature al di sopra della media. Il che ha reso ancora più difficile l’astinenza da cibo e, soprattutto, dall’acqua durante le ore di luce. 
 
Passata anche questa prova di purificazione, è però arrivato il momento celebrare tra sacro e profano il primo giorno del nuovo mese, Shawal. Nei paesi musulmani la festa si protrae per tre giorni. 
 
La mattina di Eid el Fitr ci si riunisce a pregare in moschea, con un rito dedicato a questa giornata speciale. Poi però la festa continua nelle case, dove si mangia tutti insieme, per la prima volta di giorno dopo il Ramadan, e si fanno doni a bambini. Spazio anche alla beneficienza per i più poveri. 
 
Stamattina alla Grande Moschea di Roma, il Centro islamico culturale d’Italia ha organizzato tre turni di preghiera per fronteggiare il forte afflusso di fedeli. Il segretario Abdellah Redouane  fa gli auguri a tutti i musulmani e li inviata “ad aprire le proprie case ai vicini per fare di questa festa la festa di tutti”.
 
A Milano, dove i fedeli attendono ancora una moschea degna di questo nome, tanti si sono ritrovati invece al Velodromo Vigorelli, per iniziativa del Coordinamento delle Associazioni Islamiche di Milano.  "Vogliamo celebrare quest'occasione benedetta con l'unità della Ummah", cioè la comunità musulmana. 
 
Eid Mubarak a tutti!
 
Stranieriinitalia.it
 
Condividi su:

Immigrati, Zaia: “Stanno africanizzando il Veneto”

Geysi Alvarez Pena è Miss America Latina in Italia