in

Friuli Venezia Giulia, dal 1 luglio controlli congiunti ai confini per il contrasto dell’immigrazione irregolare

Trieste, 24 giugno 2019 – Dal 1 luglio prenderanno il via i controlli congiunti ai confini, con l’obiettivo di contrastare in modo deciso l’ingresso di migranti irregolari in Friuli Venezia Giulia.

Lo ha annunciato il governatore Massimiliano Fedriga, a seguito di un confronto con il Consolato generale di Slovenia. “Sono estremamente preoccupato per quanto sta accadendo al confine italo-sloveno”, commenta Fedriga. “Malgrado l’enorme sforzo del Governo, che ha disposto il potenziamento di organico delle Forze dell’Ordine e un maggior presidio del territorio, la situazione non può infatti risolversi se tutti i Paesi coinvolti non offrono il loro contributo.”

Se oggi c’è evidenza dei numeri che caratterizzano i flussi “perché – come ricorda il governatore – a differenza che in passato i controlli ci sono”, altrettanto importante è la sinergia avviata con la Slovenia: una partnership che, rende noto Fedriga a seguito di un confronto con il Consolato generale della vicina Repubblica, “porterà dal 1 luglio all’attivazione di pattuglie miste sui confini, utili ad arginare l’ingresso di irregolari”.

Condividi su:

Rossi (Toscana): ‘Salvini vuole aumentare la paura e produrre più incertezza’

Migranti. Salvini attacca l’Olanda: ‘Disinteressati alle loro navi nel Mediterraneo’