in

Guzzetti (Cariplo): “Servono risposte e non rabbia al fenomeno immigrazione”

Milano, 9 aprile 2019 – Costruire un futuro nella speranza oltre la paura, perchè ai problemi dell’immigrazione e dell’integrazione bisogna rispondere dando delle risposte e delle soluzioni e non cavalcando la rabbia. E’ il monito del presidente di Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti, nel suo saluto pubblico, nel corso dell’evento “Futuro per il prossimo” al Teatro alla Scala, in vista del 27 maggio quando si chiuderanno i suoi 22 anni alla guida dell’ente.

Guzzetti ha citato Papa Francesco, quando nei giorni scorsi tornando dal Marocco, ha evidenziato: “la paura è l’inizio della dittatura”. “I miei genitori, i miei nonni mi raccontavano com’è partita la dittatura in questo paese e noi dobbiamo aspettare che un 15enne affronti questi facinorosi per dire di non strumentalizzare la paura dei residenti di quel quartiere, che è una paura reale?”, ha proseguito, riferendosi al giovane di Torre Maura che ha “sfidato” Casapound.

“Bisogna costruire un futuro nella speranza oltre la paura” – ha concluso Guzzetti.

Condividi su:

Libia: migranti “terrorizzati” nei centri di detenzione

Illy: “Senza migranti economia italiana non cresce”