in

Il sindaco di Verona: ‘Non siamo razzisti, città messa alla gogna’

Roma, 5 novembre 2019 – “Sembra che la sentenza sia già stata scritta, è oggettivamente inaccettabile quello che sta succedendo alla nostra città”.

Lo ha detto all’ANSA il sindaco di Verona, Federico Sboarina, tornando sul caso di razzismo collegato a Mario Balotelli.

“Ribadisco – spiega Sboarina – ero allo stadio e quando Balotelli ha calciato via la palla, la sensazione di tutti è stata di stupore. Nessuno riusciva a spiegarsi perché. Quindi, non può esistere che da un presupposto che non esiste, perché allo stadio non ci sono stati cori razzisti, vengano messe alla gogna una tifoseria e una città”.   

Condividi su:

Migranti. Lamorgese sbugiarda Salvini: ‘In Italia nessuna invasione di migranti’

Lavoro. La Francia pronta ad “assumere” migranti economici