in

Immigrati. Gasparri: “Politica arrendevole alimenta clima di tensione”

"C'è un collegamento diretto tra una politica arrendevole, demagogica e sbagliata come quella di Mare nostrum e quanto si sta verificando sul territorio"

Roma, 24 settenbre 2014 – "Quanto e' successo a Corcolle a Roma con l'assalto da parte di un gruppo di immigrati di un autobus guidato da una autista dell'Atac, costretta per lo choc a un ricovero ospedaliero, e' la conseguenza della saturazione di clandestini nelle nostre citta', la conseguenza di Mare nostrum. Sono state trasportate oltre 120mila persone dalla Libia a spese dell'Italia, sono state dislocate sul nostro territorio, sono stati saturati centri di accoglienza, si e' contribuito a un ulteriore peggioramento della situazione e ad alimentare un forte clima di tensione".

Lo ha dichiarato il vicepresidente Fi del Senato Maurizio Gasparri.

"C'e' quindi – ha proseguito – un collegamento diretto tra una politica arrendevole, demagogica e sbagliata come quella di Mare nostrum e quanto si sta verificando sul territorio. Sono state raccontate enormi bugie su Frontex plus, che in realta' peggiora solo le cose con l'impiego di qualche nave in piu' per portare clandestini in Italia, mentre gli altri paesi europei giustamente vigilano sulle loro frontiere.

Dove vuole arrivare il governo italiano prima di ammettere che ha sbagliato tutto e che Mare nostrum andava da tempo sospeso? In Parlamento si disse che non sarebbe durato a lungo, ma anche quella fu una bugia. In Italia episodi come quelli accaduti a Corcolle stanno diventando cronaca quotidiana. Solo un governo irresponsabile puo' permettere che si continui su questa strada".
 

Condividi su:

Partito Democratico: “Istituire anagrafe per i migranti dispersi nel Mediterraneo”

Il consigliere comunale: “I profughi? Mandiamoli nel lager”