in

Immigrati. Renzi: “Piano B se Europa non sarà solidale”

"Le risposte che l'Europa sta dando sono insufficienti"

Roma, 15 giugno 2015 – "Nei prossimi giorni ci giochiamo molto dell'identita' europea e la nostra voce si fara' sentire forte perché e' la voce di un Paese fondatore. Se il consiglio europeo scegliera' la solidarieta', bene. Se non lo fara', abbiamo pronto il piano B. Ma sarebbe una ferita innanzitutto per l'Europa".

Lo ha reso noto in un'intervista al quotidiano "Corriere della sera" il presidente del Consiglio, Matteo Renzi.

Alla domanda se l'immigrazione sia una vera e propria emergenza il premier ha risposto: "Guai a sottovalutarla. E' un tema grave e, diciamolo chiaro, le risposte che l'Europa sta dando sono insufficienti. Redistribuire solo 24 mila persone e' quasi una provocazione".

Sulle divisioni interne all'Italia sul tema dell'accoglienza agli immigrati, Renzi taglia corto: "Non e' tempo di divisione: ieri ho chiamato Zaia e Maroni. Ho offerto e chiesto collaborazione istituzionale".
 

Condividi su:

GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO, LE INIZIATIVE IN TRENTINO (Trentino, 19-24 giugno)

Pizza marinara? Il campione d’Europa è Silviu, romeno d’Italia