in

Immigrazione. Di Maio a Conte: ‘Serve revisione totale accordo di Dublino’

Roma, 30 agosto 2019 – “Siamo stati molto chiari. O siamo in grado di realizzare il nostro programma di governo votato da 11 milioni di italiani, oppure non si va avanti. Non facciamo nascere un governo per vivacchiare”. Lo ha detto il leader del M5s, Luigi Di Maio, al termine della consultazione con il premier incaricato, Giuseppe Conte.

“Non ha alcun senso parlare di modifiche ai decreti sicurezza, vanno tenute in considerazione le autorevoli osservazioni del presidente della Repubblica ma non rivedere la ratio o le linee di principio”- così ancora Di Maio. “L’immigrazione è un problema serio, reale, concreto e che deve essere affrontato con grande competenza e capacità – ha spiegato il capo politico M5s – nel rispetto delle diverse sensibilità dell’opinione pubblica, crediamo sia necessaria una revisione totale del regolamento Dublino e l’abrogazione del folle principio europeo che chi prima accoglie poi gestisce”.

“Il M5s – ancora di Maio – è stato determinante per l’elezione del nuovo presidente della commissione europea, faremo valere i nostri voti e chiederemo che si riconosca all’Italia la procedura di emergenza per la redistribuzione dei migranti in altri paesi europei. Siamo stati lasciati soli in questi anni ora occorre che sia l’Europa a occuparsene”.

Condividi su:

‘Un ministero per l’immigrazione’, la proposta di Prodi al nuovo Governo Conte

Salvini, Trenta e Toninelli bloccano ingresso della nave Ong Alan Kurdi