in

Islam, un Patto nazionale tra il ministero dell’Interno e le comunità musulmane

Oggi la firma. “Impegni per rafforzare dialogo e cooperazione contro l’estremismo”

 

 

Roma – 1 febbraio 2017 – Oggi pomeriggio al Viminale, alla presenza del ministro dell’Interno Marco Minniti, verrà sottoscritto “Il Patto Nazionale per un Islam Italiano” tra il ministero dell’Interno e i rappresentanti delle associazioni delle Comunità islamiche presenti in Italia.

Il documento, spiega una nota del Ministero,  contiene una declaratoria di impegni da parte delle organizzazioni islamiche volta a rafforzare il dialogo e la fattiva collaborazione con l’Amministrazione dell’Interno, proseguendo nell’azione di contrasto delle manifestazioni di estremismo religioso e promuovendo un processo di organizzazione giuridica delle associazioni islamiche in armonia con i principi dell’ordinamento vigente in tema di esercizio della libertà religiosa.

Due settimane fa, incontrando i rappresentanti delle associazioni islamiche, lo stesso Minniti aveva auspicato che “partendo dalle esperienze pattizie positive territoriali avviate in alcune regioni, intese a costruire una cittadinanza attiva condivisa, interessata al bene comune nel rispetto delle differenze religiose e culturali, le comunita’ musulmane italiane possano pervenire in tempi rapidi ad un accordo nazionale”.

Si tratterebbe di un “Patto, che le organizzazioni stesse si impegnano responsabilmente a rispettare, che riunisca e traduca operativamente, pur nella differenza dei punti di vista che esistono all’interno della comunita’ islamica italiana, le proposte discusse e condivise dal Tavolo ministeriale con particolare riferimento alla formazione degli Imam, ai luoghi di culto – che devono essere pubblici e riconoscibili – all’uso della lingua italiana nei sermoni e alla condizioni dei giovani e delle donne musulmane”. 

 

Condividi su:

Calderoli: “Basta critiche a Trump, in Italia c’è un’invasione”

Avramopoulos: “Italia ammirevole, ma servono più rimpatri”