in

Ius culturae, riparte la discussione alla Camera. Per il Pd e LeU è una priorità, il Movimento 5 Stelle annuncia la votazione su Rousseau

Roma, 3 ottobre 2019 – Alla Camera dei Deputati è ripresa oggi la discussione sulla riforma della cittadinanza.

Il capogruppo della commissione Affari Costituzionali Giuseppe Brescia (M5s) ha iniziato dalla proposta di legge presentata da Laura Boldrini sullo ius soli. Da esaminare, prossimamente, i testi di Renata Polverini (Forza Italia) sullo ius culturae assegnato alla commissione a giugno dello scorso anno, e quello di Matteo Orfini (Pd) che non risulta ancora assegnato. Più le eventuali altre proposte di legge che potranno essere presentate dagli altri partiti.

Il punto di convergenza, nella maggioranza, potrebbe essere trovato sullo ius culturae: per Pd e LeU è una priorità, mentre il Movimento 5 Stelle vorrebbe sottoporre prima il quesito alla votazione sulla piattaforma Rousseau.

Forza Italia è contraria alla riforma della cittadinanza, anche se proprio un esponente di Fi (Renata Polverini) ha presentato una proposta di legge sul tema.

Condividi su:

Migranti. Rackete: ‘Sono stata lasciata sola dall’Europa, una vergogna’

Migranti. Rimpatri, in arrivo il “decreto Di Maio”