in

Mattarella ai musulmani d’Italia: “Dialogo per costruire la pace”

Il messaggio del Presidente della Repubblica per la fine del Ramadan: “Libertà di culto è garanzia contro fanatismo, odio e intolleranza”

 

Roma – 7 luglio 2016 – “In occasione della ricorrenza dell’Eid Al Fitr desidero rivolgere un caloroso saluto a tutti i cittadini italiani di fede islamica e ai tanti musulmani ospiti e residenti nel nostro Paese”. Lo ha scritto ieri il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della fine del Ramadan.

“In un momento nel quale visioni distorte della fede religiosa provocano indicibili lutti e immense sofferenze le celebrazioni della fine del Ramadan devono richiamarci, ancora una volta, a un’attenta ed attiva riflessione sull’importanza del dialogo, della tolleranza, del rispetto dello Stato di diritto, con l’obiettivo di isolare gli estremisti e costruire insieme un futuro di pace”.

“La presenza, nel nostro Paese, di una numerosa comunità musulmana attiva e ben integrata – sottolinea Mattarella  – ci ricorda come conquiste storiche, come la libertà di culto, siano una delle più importanti garanzie contro il fanatismo, l’odio e l’intolleranza, e contribuiscano alla costruzione di una società autenticamente multiculturale e pluriconfessionale.

“È con questo pensiero che rivolgo nuovamente i miei migliori auguri per un felice Eid Al Fitr a tutti i musulmani italiani e in Italia”.

Condividi su:

Permesso di soggiorno, sì al rinnovo per chi ha trovato da poco lavoro

Difende la moglie dagli insulti razzisti, profugo ucciso da un ultrà