in

Migranti. Minniti: ‘Il patto con la Libia non può essere cambiato in maniera unilaterale’

Roma, 31 ottobre 2019 – Il patto con la Libia sui migranti non è immodificabile, ma non è motivo di pentimento per ministro dell’Interno Marco Minniti, intervistato da Gad Lerner per Repubblica.

“Se ritenessi di aver compiuto scelte sbagliate o addirittura immorali, per incassare un consenso momentaneo, ne trarrei le conseguenze”, ha spiegato l’ex capo del Viminale. “Ho agito – ha proseguito – come uomo delle istituzioni democratiche al servizio del suo Paese”.

Per Minniti “gli otto articoli di quel Memorandum non sono le Tavole della Legge”, non sono insomma immodificabili. Però l’ex ministro resta “dell’avviso che non lo si possa cambiare in maniera unilaterale”. Bisogna tentare con “modifiche concordate” con la Libia.

Minniti nell’intervista invita a “riprendere per i capelli”, con un estremo tentativo, il processo di stabilizzazione della Libia, abbandonato dal precedente governo.

Condividi su:

Lotta all’odio e razzismo: al Senato nasce una commissione straordinaria. Il centrodestra non la vota

Papa Francesco

Papa Francesco: ‘Residenza a migranti offre dignità’