in

Migranti, Unhcr: ‘Libia non è un approdo sicuro’

Roma, 6 settembre 2018 – La Libia non è un’opzione per sbarcare i migranti salvati in mare, a causa dei “gravi maltrattamenti” che rischiano di subire nel paese. L’ha affermato l’Unhcr, l’agenzia dell’Onu per i rifugiati. L’Alto Commissariato peri Rifugiati dell’Onu “non considera che la Libia rispetti i criteri” che la qualifichino “luogo sicuro per lo sbarco dopo un salvataggio in mare”, dichiara l’organismo in un aggiornamento della sua valutazione fatta nel 2015. L’Unhcr, pertanto, ha fatto appello agli Stati a “non rinviare verso la Libia alcun migrante di paesi terzi intercettato in mare”, ma anzi di “assicurarsi che le persone che hanno bisogno di protezione internazionale possa accedere a procedure d’asilo giuste ed efficaci dopo gli sbarchi”.

Condividi su:

Franceschini: ‘Pd ha responsabilità grosse sulla paura dei migranti’

Ai ‘fratelli immigrati’ stupratori: una soluzione c’è…