in

Minori stranieri soli. I Comuni: “Approvare la nuova legge sull’accoglienza”

Fassino (Anci): "Ne arrivano sempre di più e le norme attuali non sono adeguate. Garantiamo accoglienza dignitosa abbassando i costi"

 
Roma – 27 maggiio 2015 – "Approvare in via definitiva la proposta di legge che affronta  organicamente  le  principali  criticità  del  nostro  ordinamento in  materia  di  accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, di cui l’onorevole Sandra Zampa e’ prima firmataria".
 
È l’auspicio espresso da Piero Fassino, presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, che ha inviato una lettera al presidente della commissione Affari costituzionali della Camera Francesco Paolo Sisto. La Commissione sta infatti esaminando la proposta di legge Camera 1658, che aveva gia’ superato con voto unanime un primo esame della stessa Commissione.
 
"Siamo di fronte – ricorda Fassino – ad un incremento straordinario del fenomeno migratorio, di cui la componente dei minori non accompagnati rappresenta uno dei segmenti piu’ vulnerabili e di cui i Comuni hanno piena responsabilità. L’attuale assetto normativo non fornisce alle istituzioni e organizzazioni deputate alla tutela dei minori stranieri non accompagnati tutti gli strumenti necessari per garantirne una presa in carico adeguata".
 
Per questo, sottolinea il presidente dell'Anci, e "nonostante a livello operativo siano stati anticipati alcuni aspetti rilevanti della proposta, è indubbia l’urgenza di definire una cornice normativa che renda stabile l’assetto delle competenze e pienamente esigibile il diritto ad un’accoglienza dignitosa per i minori, oltre che fornire le necessarie salvaguardie al sistema dei Comuni".
 
Infine, ‘’con riferimento alla questione della copertura dei costi che l’approvazione della proposta attiverebbe, ci preme evidenziare – conclude Fassino – che non si tratterebbe certo di nuove voci di spesa, ma di costi che già  oggi il sistema Paese affronta, a carico dei bilanci dei Comuni. Il nuovo assetto normativo consentirebbe al contrario, attraverso la messa a sistema dell’accoglienza di tutti i minori non accompagnati, di rendere tali costi più efficienti e quindi, in ultima analisi, di ridurre la spesa complessiva, migliorando al contempo la qualita’ dei servizi di accoglienza".
Condividi su:

“Sono un cinese, un italiano vero”, Toto Cutugno canta l’Italia multietnica

Potenziata l’operazione Triton, aumentano uomini, mezzi e raggio d’azione