in

Norme sull’immigrazione. Fedriga (Lega): ‘Ci presenteremo di fronte alla Consulta’

Roma, 9 settembre 2019 – “Non si tratta affatto di un’attività ordinaria, corrente né banale, bensì di una puntuale azione politica mirata a colpire i cittadini del Friuli Venezia Giulia”. Così il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga sull’impugnazione della legge 9 da parte del Governo.

“Capisco che il ministro Boccia si sia appena insediato, ma è evidente che non conosca i termini della questione: Regione Friuli Venezia Giulia ha infatti dato la propria disponibilità a modificare due norme, specificatamente una riguardo la caccia e una sugli allevamenti, che il Governo non ha impugnato. Per quanto riguarda invece le norme legate all’immigrazione – chiarisce il governatore – mai abbiamo dato né mai daremo disponibilità a modificarle, ed è proprio per questo che ci presenteremo di fronte alla Corte costituzionale”.

Condividi su:

Ogongo (Cara Italia): ‘Serve una regolarizzazione dei migranti che lavorano in nero, aiuterebbe le casse dello Stato e la dignità di tutti”

Roger Waters: ‘Grazie a Dio Matteo Salvini se n’è andato’