in

Papa: “Anche Giuseppe, come Gesù è stato un rifugiato”

"Giuseppe è stato un rifugiato, con Maria e Gesù per scampare alla minaccia di Erode''

Citta' del Vaticano, 19 mar 2014 – Anche San Giuseppe, di cui ricorre oggi la festivita', insieme al Cristo e a Maria, e' stato un rifugiato e lo scappare dalla propria terra e' stato un gesto di ''custodia premurosa'' verso il Figlio.

Ancora un pensiero per la difficile situazione dei rifugiati e gli immigrati e' risuonato oggi nella catechesi di papa Francesco in una piazza San Pietro gremita da oltre 80 mila fedeli. Parlando di Giuseppe, il papa ha ricordato che ''lui non era il padre di Gesu', il padre di Gesu' era Dio, ma lui faceva da papa' a Gesu', faceva da padre a Gesu' per farlo crescere. E come lo ha fatto crescere? In sapienza, eta' e grazia''.

''Giuseppe, insieme con Maria, si e' preso cura di Gesu' anzitutto da questo punto di vista, cioe' lo ha 'allevato', preoccupandosi che non gli mancasse il necessario per un sano sviluppo. Non dimentichiamo che la custodia premurosa della vita del Bambino ha comportato anche la fuga in Egitto, la dura esperienza di vivere come rifugiati – eh, Giuseppe e' stato un rifugiato, con Maria e Gesu' – per scampare alla minaccia di Erode''. Ma Giuseppe, ha poi aggiunto Francesco, ''e' stato per Gesu' esempio e maestro di questa sapienza, che si nutre della Parola di Dio. Possiamo pensare a come Giuseppe ha educato il piccolo Gesu' ad ascoltare le Sacre Scritture, soprattutto accompagnandolo di sabato nella sinagoga di Nazareth. E Giuseppe lo accompagnava perche' Gesu' ascoltasse la parola di Dio nella sinagoga''.

Papa Francesco ha definito Giuseppe ''lavoratore forte, coraggioso e umile'' che per un periodo della sua vita, come raccontano i Vangeli, ha vigilato sulla ''grazia'' di Gesu' stesso. ''Ma sarebbe un grave errore pensare che un padre e una madre non possono fare nulla per educare i figli a crescere nella grazia di Dio. Crescere in eta', crescere in sapienza, crescere in grazia: questo – ha concluso il papa – e' il lavoro che ha fatto Giuseppe con Gesu', farlo crescere in queste tre dimensioni, aiutarlo a crescere''.
 

Condividi su:

Divento maggiorenne, posso rinnovare il permesso per motivi familiari?

Ottocentomila alunni non italiani. Sempre più bravi, uno su due è nato qui