in

Quale Africa? Il viaggio di Yonas Tesfamichael alla scoperta di chi siamo

Razze, migrazioni preistoriche e colonialismo nel documentario di un giovane videomaker. Anche per capire perché, “in un’ottica razzista, l’europeo mi parte svantaggiato”  VIDEO

 
Roma – 30 aprile 2015 – “Sono nato in Eritrea, ma vivo in Italia da quando ero bambino. Sono cresciuto pensando che questa fosse casa mia fino a quando, a 18 anni, ho dovuto fare i conti con il permesso di soggiorno. Allora ho iniziato a interrogarmi su chi ero e su come venivo percepito”.
 
Oggi il milanese Yonas Tesfamichael di anni ne ha 32, ma a quanto pare la sua ricerca non è finita. Lui è uno su un milione di italiani che la legge si ostina a considerare stranieri, ma è anche un videomaker e così ha fatto diventare quella ricerca un documentario che va ben oltre la sua storia personale.  (continua dopo il video) 
 
 
 
L’appassionante  “Quale Africa?” parla di razze, razzismo e razzisti, risale ad Adamo ed Eva, che erano incontrovertibilmente africani, passa dalle migrazioni preistoriche al colonialismo e analizza i concetti di identità e multi identità in un mondo dove noi esseri umani ci mescoliamo da sempre. Tesfamichael si mette in gioco, racconta la sua vita e arriva a sottoporsi a un test del dna per capire quanto è, davvero, africano.
 
È un viaggio interessante e divertente, condito dall’ironia dell’autore. A un certo punto, per esempio, racconta dei Neanderthal che popolavano l’Europa quando giunsero dall’Africa i primi Homo Sapiens. Ci furono dei contatti, poi i Neanderthal si estinsero, ma alcuni loro geni sopravvivono ancora oggi negli europei. “In un’ottica razzista – scherza l’autore – l’europeo mi parte svantaggiato…”. 
 
“Ho deciso di mettere ‘Quale Africa?’ su Youtube – spiega il videomaker a Stranieriinitalia.it – anche per invitare altre ‘seconde generazioni’ a interrogarsi e a comprendere chi sono senza farsi inutili seghe mentali”. Aspetta anche lui la riforma della cittadinanza? “Sì, ma non credo che la faranno, ai politici non interessa. Anche io diventerò italiano per la legge solo perché ho sposato una donna che ha già cittadinanza”. 
 
Come si è conclusa la personalissima ricerca di Yonas Tesfamichael? Che dicono i risultati dell’indagine sul suo dna? La risposta è alla fine del documentario, ed è una sorpresa che non vogliamo rovinarvi. "Invece di risolvere i dubbi sulla mia identità – anticipa però l’autore –  rischio di mandare in crisi le certezze sull’identità di tanti altri"…
 
Stranieriinitalia.it
Condividi su:

Le Filippine al Festival dell’Oriente, tra bahay kubo, hilot ed escrima

Decreto flussi per i lavoratori stagionali extracomunitari 2015