in

Reggio Calabria. Migrante muore bruciato nella tendopoli voluta da Salvini

Foto IPP/Albano Angilletta San Ferdinando 16/02/2019 Incendio in tendopoli, morto migrante: Nella foto: La tendopoli di San Ferdinando devastata dall'incendio Italy Photo Press - World Copyright

Roma, 22 marzo 2019 – Un migrante è morto a causa di un incendio divampato poco prima dell’alba nella tendopoli di San Ferdinando (Reggio Calabria), predisposta dalla Prefettura non lontano dalla baraccopoli smantellata dalle forze dell’ordine nelle scorse settimane e nella quale vivono 500/600 persone.

I vigili del fuoco sono intervenuti poco prima delle 6 con una squadra che già presidiava il sito (e che avrebbe terminato il servizio proprio oggi): il rogo ha interessato una delle tende azzurre del Dipartimento del Soccorso pubblico del Ministero dell’Interno, andata completamente bruciata, nella quale è stato poi trovato il cadavere di un profugo. A fuoco anche una seconda tenda vicina, bruciata per metà.

Sul posto sono poi arrivate altre due squadre dei pompieri, che hanno estinto l’incendio e messo in sicurezza l’area.

Condividi su:

Migranti. Don Ciotti: ‘L’Europa deve vergognarsi per lo scaribabarile sulla pelle della gente’

Salvini: ‘Clima di terrore sui migranti colpa mia? Lo pensano in pochi’