in

Roccella Jonica, sbarcati 62 migranti: arrestati scafisti ucraini

Roma, 10 giugno 2019 – Nel corso della serata di venerdì un’imbarcazione a vela con a bordo 62 migranti extracomunitari, intercettata in acque nazionali da un’unità navale del ROAN Vibo Valentia della Guardia di Finanza, è stata trainata al porto di Roccella Ionica. Alle operazioni di sbarco hanno proceduto congiuntamente il personale del Commissariato di P.S. di Siderno e il personale della Guardia di Finanza, coadiuvati da una task force composta di personale della Direzione Centrale dell’Immigrazione e della Polizia delle Frontiere del Dipartimento della P.S., dell’Agenzia governativa Frontex e dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Reggio Calabria.

Da una prima ricostruzione dei fatti si è accertato che il natante era in mare da 7 giorni, presumibilmente partito dal porto di Smirne, in Turchia. I migranti, trasportati al Centro di Prima Accoglienza della Protezione Civile di Roccella Ionica, sono di nazionalità irachena, iraniana e siriana, e tra loro vi sono donne e minori. In seguito alle operazioni di identificazione e foto-segnalamento, due uomini di nazionalità ucraina, individuati quali scafisti dell’imbarcazione, sono stati tratti in arresto dal personale della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza.

Condividi su:

Lazio. I Vescovi: ‘Aiutare tutti i poveri, non prima gli italiani’

Mattarella elogia la Marina: ‘Accresce prestigio del Paese anche salvando vite’