in

Salvini: ‘Mai più porti aperti, sarò nemico irriducibile’

Roma, 13 maggio 2019 – “Nel 2019 meno sbarchi, meno reati commessi, meno morti in mare. Se qualcuno rimpiange i porti aperti che portavano in Italia più clandestini e facevano morire in mare più persone, sappia che avrà nel sottoscritto un avversario irriducibile”.

Lo ha affermato il ministro dell’Interno Matteo Salvini che fa anche trapelare alcuni dati secondo i quali sarebbero circa un migliaio le persone sbarcate dal primo gennaio 2019 a oggi. Le stesse fonti fanno notare che, invece, erano state quasi 10.000 (9.959) quelle giunte nello stesso periodo di un anno fa.

I rimpatri nel 2019 sarebbero, invece, 2.301, di cui 2.179 forzati, e 122 volontari assistiti. Sempre nel 2019 c’è stato un cadavere recuperato e 402 dispersi (stima Unhcr).

Condividi su:

Migranti. Di Maio attacca Salvini: ‘Le colpe non possono essere sempre degli altri’

Lucano: ‘I migranti a Riace hanno dato lavoro agli italiani’