in

Salvini: ‘Sentenza su Rackete ma fa vergognare di essere italiano, riformare giustizia’

Roma, 3 luglio 2019 – Attacco a testa bassa di Matteo Salvini alla magistratura dopo la decisione del gip di Agrigento di non procedere nei confronti della capitana della Sea Watch Carola Rackete. “È una sentenza vergognosa e scandalosa – ha detto il vicepremier a margine di una visita all’Istituto per ispettori di Polizia a Nettuno (Roma) – non si parla di libertà di pensiero, indipendenza della magistratura e soccorso alle vite umane. Qui c’è qualcuno che in maniera criminale e deliberata ha messo a rischio la vita di persone che stavano facendo il loro lavoro, punto. Mi domando cosa bisogna fare in Italia per finire in galera”.

“È una sentenza vergognosa che fa male all’Italia e mi fa vergognare di essere cittadino di questo paese, ma da ministro mi dà ancora più voglia di andare avanti. C’è il decreto sicurezza bis che comincerà il suo iter: vedremo di aumentare le sanzioni e rendere più efficaci le pene” – ha concluso.

Condividi su:

Chiude il Cara di Mineo, il più grande centro d’accoglienza europeo

Le Ong accusano Salvini: ‘Aumentato di quattro volte il tasso di mortalità in mare’