in

Sicilia, smantellato gruppo criminale che trasportava e regolarizzava migranti irregolari attraverso viaggi dalla Tunisia

Palermo, 24 luglio 2019 – Quattro italiani e quattro tunisini sono stati raggiunti da misure cautelari emesse gal Gip di Palermo ed eseguite dalla Gdf di Marsala. L’accusa è di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione e al contrabbando di sigarette.

L’indagine, coordinata dalla Dda di Palermo, ha portato alla scoperta di un gruppo che organizzava viaggi fantasma tra la Tunisia e le coste meridionali del Trapanese, con traffico di sigarette destinate prevalentemente al mercato palermitano.

I promotori sono Angelo Licciardi e Giuseppe Vasile, di Marsala, e Nizar Zayar. Altri tre tunisini curavano nel loro paese il procacciamento dei migranti e delle sigarette, svolgendo anche le mansioni di scafisti. I migranti venivano regolarizzati con la complicità di Giuseppa Randazzo (ai domiciliari), titolare di un’omonima ditta e rappresentante legale di una coop agricola. Domiciliari anche a Sergio Carpentieri, di Trapani, il quale ha fornito uno dei gommoni usati per gli sbarchi.

Condividi su:

Foggia. Migranti presi a sassate mentre vanno al lavoro, nuovo caso dopo i fatti del 15 luglio

Stati Uniti, giudice blocca provvedimenti anti migranti voluti da Trump