in

Stati Uniti. Al via le operazioni di rimpatri di massa degli immigrati irregolari

Roma, 15 luglio 2019 – L’autorità per il controllo dell’immigrazione negli Stati Uniti ha iniziato i raid per il rimpatrio di circa 2.000 immigrati illegali, come annunciato dal presidente americano Donald Trump.

Dopo una domenica di attesa, con le grandi città santuario che avevano annunciato di non voler collaborare all’operazione e di voler proteggere i migranti, i controlli hanno avuto inizio. Secondo la Cnn i primi obiettivi sono i cittadini accusati di crimini gravi e che sono già destinatari di un provvedimento di allonamento dal Paese. Non ci sono tuttavia segnali che sia partita un’operazione su ampia scala.

Le città colpite sono Atlanta, Baltimora, Chicago, Denver, Houston, Los Angeles, Miami, New York e San Francisco. Anche New Orleans è nella lista, ma l’amministrazione comunale ha dichiarato via Twitter la scorsa settimana che l’ufficio immigrazione ha fatto sapere di aver sospeso le operazioni di controllo nell’area a causa della tempesta tropicale Barry.

Condividi su:

Accoglienza. Salvini aiuta i cani ma caccia i migranti. Fratoianni: ‘Si può essere così sprezzanti per la vita degli esseri umani?’

Napoli. Carola Rackete premiata a settembre per il suo impegno nel salvare vite umane