in

Trump: niente asilo per chi entra illegalmente negli Usa

Roma, 9 novembre 2018 – Nuova stretta dell’amministrazione Trump sull’immigrazione negli Usa: chi entra illegalmente nel Paese, non potrà chiedere il diritto di asilo. Una mossa, questa, dettata da quella che viene definita coma una “emergenza nazionale” e che rappresenta un’azione contro la carovana di migranti in arrivo al confine tra gli Stati Uniti e il Messico. A imprimere il marchio sulla nuova misura anti-immigrazione è stato il ministro della giustizia pro-tempore Matthew Whitaker, al suo primo giorno di lavoro, dopo l’allontanamento di Jeff Sessions. La scelta è arrivata a poche ore dallo schiaffo subito dal presidente sui Dreamers. La Corte d’appello del Nono Circuito, in California, ha infatti sabilito che l’amministrazione non può cancellare il Deferred Action for Childhood Arrivals (Daca) approvato da Barack Obama a tutela dei giovani nati negli Usa da genitori immigrati illegali.

Condividi su:

L’allarme dell’Anci: ‘Chiusura Sprar è un problema per i Comuni’

Auto. Decreto sicurezza, novità in arrivo per le targhe estere