in

Venezia. Alla Biennale lo scafo del naufragio di migranti che affondò nel 2015 con 700 persone a bordo

Venezia, 9 maggio 2019 – Si trova nel porto commerciale di Venezia il relitto del grande barcone azzurro simbolo delle tragedie dell’immigrazione: il peschereccio libico che il 18 aprile 2015 affondò nel Canale di Sicilia, con 700 persone a bordo. Ora diventerà un’istallazione artistica, nell’ambito della 58/A Biennale d’arte.

La ‘Barca Nostra’, come l’ha ribattezzata Christoph Büchel, ideatore del progetto, era partita qualche giorno fa – riferisce ‘La Repubblica’ – dal pontile Nato della Marina militare ad Augusta. La navigazione, a bordo di una piccola nave, si è conclusa a Venezia dove rimarrà per tutta la durata della Mostra d’arte internazionale.

Condividi su:

Roma. Oggi una grande marcia per il diritto di cittadinanza a Piazza Montecitorio

Barca con 150 migranti in avaria nel Mediterraneo