in

Ius Scholae, lo scontro social tra +Europa e Giorgia Meloni: “Ti ricordi quando eri tu a proporlo?”

Roma, 1 luglio 2022 – Continua lo scontro tra destra e sinistra attorno allo Ius Scholae. E si espande anche fuori dalle mura della Camera fino ad arrivare sui social network. Nelle scorse ore, infatti, il gruppo capitanato da Emma Bonino, +Europa, ha pubblicato su Twitter una frecciatina nei confronti di Giorgia Meloni, colpevole di voltare le spalle ora a una proposta che… In passato aveva fatto anche lei.

Ius Scholae, lo scontro tra +Europa e Giorgia Meloni

Con lo Ius Scholae si vorrebbe permettere ai giovani figli di immigrati arrivati in Italia prima dei 12 anni di ottenere la cittadinanza italiana dopo aver concluso almeno 5 anni di scuola svolti nel nostro Paese. A riguardo la destra si sta opponendo con fermezza, sostenendo che questo sia un. argomento che non prioritario. C’è stato un tempo, però, nel quale Giorgia Meloni non la pensava esattamente così. La Leader di Fratelli d’Italia, infatti, nel 2014 aveva aperto l’ipotesi di un meccanismo di riconoscimento del diritto alla cittadinanza per chi avesse svolto gli anni di scuola dell’obbligo. E +Europa non ha esitato nel ricordarglielo. “Ciao Giorgia, ti sblocchiamo un ricordo. Sì, sei proprio tu, non è un fake. Eccoti mentre proponevi una forte di ius scholae, che oggi definisci “fuori dal mondo, un’offesa agli italiani”. Ieri era la tua proposta. A chi dobbiamo credere, allora? A Giorgia Meloni 1 o 2?”, si legge nel tweet postato dal gruppo di Emma Bonino.

La risposta di Giorgia Meloni non si è fatta attendere: “Il ricordo ve lo sblocchiamo noi, cari amici di +Europa: in Italia l’istruzione è obbligatoria per almeno 10 anni e non per 5 come prevede lo Ius Scholae. Ritentate”. Certo, qualche differenza c’è, ma non sufficiente da giustificare l’ostruzionismo che la destra sta mettendo in piedi.

>> Tutte le notizie di Stranieri in Italia

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 0 Media: 0]

immigrati

Migranti, salvate 228 persone dalla Ocean Viking: 40 erano minorenni

Evasione fiscale con coop sociali migranti, condannato a 3 anni imprenditore in Toscana