in

L’appello del Papa: “Il mondo si muova, basta tragedie dell’immigrazione”

Francesco: "La comunità internazionale agisca con decisione e prontezza. Soono nostri fratelli che cercano una vita migliore"

Città del Vaticano – 19 aprile 2015 –  La comunità internazionale intervenga per evitare nuove tragedie dell'immigrazione. 

Papa Francesco lo ha gridato oggi in piazza San Pietro, pregando per le vittime dell'ultima strage nel Canale di Sicilia. Un tema sul quale il pontefice continua a chiedere al mondo di non restare indifferente, e sul quale aveva insistito anche durante il suo primo viaggio apostolico a Lampedusa. 

"Esprimo il mio più sentito dolore – ha detto Bergoglio – di fronte a una tale tragedia ed assicuro per gli scomparsi e le loro famiglie il mio ricordo nella preghiera. Rivolgo un accorato appello affinché la comunità internazionale agisca con decisione e prontezza, onde evitare che simili tragedie abbiano a ripetersi".

"Sono uomini e donne come noi – ha sottolineato il Papa – fratelli nostri che cercano una vita migliore, affamati, perseguitati, feriti, sfruttati, vittime di guerre; cercano una vita migliore… Cercavano la felicità…"

L’immigrazione in Lombardia. Presentazione del XIV Rapporto ORIM (Milano, 20 aprile 2015)

Renzi: “L’Ue non ci lasci soli, bisogna fermare i trafficanti di uomini”