in

Carta di soggiorno. Se vado via dall’Italia me la tolgono?

Ho la carta di soggiorno e avevo pensato di tornare per qualche tempo nel mio Paese d’origine. Quando tornerò in Italia la mia carta sarà ancora valida o dopo un certo periodo verrà revocata? 

19 aprile 2016 – In base all’attuale normativa, chi è in possesso di un permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, la cosiddetta “carta di soggiorno”, può assentarsi dal territorio dell’ UE  per un periodo massimo di 12 mesi consecutivi senza che gli venga revocato il suddetto titolo di soggiorno. 

Quindi a chi lascia l’Italia e va in un paese extracomunitario (è indifferente se è il suo Paese d’origine o un altro Paese extraue)  la carta di soggiorno viene revocata dopo un anno. 

Se invece va in un altro Paese dell’Unione Europea perde la carta di soggiorno solo dopo 6 anni. Anche nel caso in cui gli venga rilasciato un permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo da parte di un altro Stato membro dell’Unione Europea, il precedente permesso di soggiorno UE rilasciato dall’Italia gli viene revocato.

Diverso è il caso di ha un permesso di soggiorno di durata annuale o biennale. La normativa prevede che il periodo massimo di allontanamento consecutivo dall’Italia non può essere superiore alla metà del periodo di validità del permesso di soggiorno di cui si è in possesso.

Ciò vuol dire che chi ha un permesso di soggiorno rilasciato per la durata di 1 anno, può assentarsi dall’Italia per un periodo continuativo massimo di 6 mesi. Se si tratta invece di un permesso di soggiorno di durata biennale, è possibile allontanarsi del territorio italiano per al massimo 1 anno. 

Attenzione: questi limiti non valgono se la permanenza fuori dell’Italia è dovuta a gravi e comprovati motivi di forza maggiore (ricoveri ospedali o cure riabilitative; adempimento degli obblighi militari, gravi motivi di salute del coniuge o di un parente di primo grado). In questi casi, bisognerà però esibire al consolato italiano tutti i documenti relativi, correlati con eventuali legalizzazioni e traduzioni.

D.ssa Maria Elena Arguello

 

Condividi su:

Le immagini dell’odissea dei profughi hanno vinto il Premio Pulitzer

“Ambulanti terroristi sulle spiagge italiane”, per 007 e Viminale è una bufala