in

Cos’è il 730 e chi deve presentare la dichiarazione dei redditi. I termini e le modalità

Roma, 19 settembre 2022 – Il 730 è il modello per la dichiarazione dei redditi apposita per lavoratori dipendenti e pensionati.

E’ il documento di natura fiscale e tributaria che deve essere presentato all’Agenzia delle Entrate ogni anno, perché con esso vengono dichiarati i redditi dei cittadini e sulla base di tale documento vengono calcolate sia le tasse che le eventuali esenzioni.

In tale dichiarazione devono essere inseriti i redditi percepiti durante l’anno precedente e questo specifico modello dovrà essere utilizzato, oltre che da coloro che hanno percepito nell’anno precedente un reddito da lavoro dipendente o da pensione, anche dai lavoratori in Cassa Integrazione o Mobilità.

Il contribuente non deve eseguire calcoli e ottiene il rimborso dell’imposta direttamente nella busta paga o nella rata di pensione, a partire dal mese di luglio (per i pensionati a partire dal mese di agosto o di settembre); se, invece, deve versare delle somme, queste vengono trattenute dalla retribuzione (a partire dal mese di luglio) o dalla pensione (a partire dal mese di agosto o settembre) direttamente nella busta paga.

Quali soggetti non devono presentare la dichiarazione?

Alcuni soggetti non sono tenuti a presentare presentare la dichiarazione dei redditi in ipotesi specifiche, che possono essere verificate con l’assistenza dei professionisti abilitati.

Si tratta di ipotesi espressamente previste, tra cui rientrano ad esempio i soggetti con reddito da lavoro dipendente (nell’anno precedente) non superiore a 8.000 euro, con esclusione dell’abitazione principale.

Termini di presentazione: 30 settembre per 730

Il modello 730 deve essere presentato entro il 30 settembre, con l’assistenza di soggetti abilitati o anche personalmente tramite procedura online disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando lo SPID o la C.I..E. (carta d’identità elettronica).

Disposizione particolare è prevista invece per i soggetti residenti all’estero che, se non hanno possibilità di trasmettere in via telematica, possono inviare a mezzo raccomandata i relativi modelli di dichiarazione direttamente all’Agenzia Delle Entrate.

Articolo realizzato per Stranieri in Italia da: Federica Merlo, avvocato

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 1 Media: 5]

Dopo giorni di attesa la Sea Watch è pronta a un’azione di forza: “Entreremo in un porto non assegnato”

Ministero del Lavoro: in ripresa il lavoro dei migranti. Gli occupati stranieri sono 2,3 milioni, il 10% del totale degli occupati