in

“Emergenza Medica Online” e “Istruzione senza Confini” (Roma, 10 febbraio 2016)

Medici Italiani e Stranieri uniti per Assistenza, Telemedicina, Istruzione e  Ricerca:  una “Rete di umanità” per favorire l’integrazione

 

 

Roma 4/02/2016 – Fornire attraverso internet e la telemedicina tutti gli strumenti per garantire aiuto ed assistenza agli immigrati e ai rifugiati, all’interno di una società interconnessa e globalizzata che sia consapevole delle sue responsabilità garantendo a tutti – nessuno escluso – il diritto “fondamentale” alla salute, all’istruzione e  alla vita. Con questa premessa, la Ong Emergenza Sorrisi, l’Associazione dei Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI), il Movimento “Uniti per Unire” e  l’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO, presentano il 10 febbraio a Roma presso la Camera dei Deputati i Progetti “Emergenza Medica Online” ed “Istruzione senza Confini”, con il patrocinio attivo e con la partecipazione dell’Istituto Italiano della Donazione (IID) attraverso il Suo Presidente, l’On. Patriarca, in collaborazione con il Segretario Sociale Rai e Cittadinanzattiva Onlus..  

     A questa preziosa riflessione sulla Sanità e sull’immigrazione  parteciperanno anche Vito De Filippo, Sottosegretario di Stato alla Salute e Ileana Argentin, Membro della Commissione Affari Sociali della Camera, Mons Perego, Direttore Generale dell’organizzazione Migrantes, con il coinvolgimento dei maggiori Rappresentanti nazionali in ambito di Immigrazione e Sanità.

     L’Ambizioso progetto “Emergenza Medica Online” realizzato da Emergenza Sorrisi e dall’Istituto Italiano della Donazione è in grado di offrire, grazie ad un team internazionale  di medici e professionisti della Sanità italiani e di origine straniera,  una consulenza ed assistenza medica gratuita poli-specialistica attraverso il supporto di una App. che è messa a disposizione di tutti coloro che assistono ed accolgono gli immigrati ed i  richiedenti asilo in Italia

  “Emergenza Medica online” arricchirà il progetto “Istruzione Senza Confini”, portato avanti in partnership dall’Università Telematica InternazionaleUNINETTUNO, da AMSI, dal Movimento “Uniti per Unire” e dalle Associazioni e comunità aderenti,  per l’attivazione di un portale online rivolto agli immigrati e ai rifugiati, per il riconoscimento dei loro titoli di studio e delle loro competenze professionali e  per fornire loro un’adeguata assistenza socio-sanitaria facilitandone l’ accesso ai servizi sanitari, alla cura e al primo soccorso.

      Il lavoro incessante della “Medicina della Cooperazione e della Solidarietà” concretizzato nelle numerose missioni di Emergenza Sorrisi si rafforza e si amplifica con la lunga e consolidata esperienza nell’istruzione a distanza di UNINETTUNO, svolta anche in collaborazione con molte Università del mondo Arabo, ai quali si aggiunge la competenza specifica di AMSI in materia di sanità ed immigrazione, per offrire ai cittadini stranieri gli strumenti  legati alle competenze ed alle conoscenze che gli consentano di partecipare costruttivamente alla vita sociale, culturale ed economica dei Paesi di accoglienza.

 

      Fabio Abenavoli, Presidente di Emergenza Sorrisi e promotore dell’evento dichiara con fermezza: “Ancora una volta l’impegno dei nostri medici e volontari e’ messo al servizio dei nostri fratelli con maggiori necessità. In questo caso assisteremo i Migranti che sembrano rappresentare  in Italia ed Europa un problema, ma che al contrario, dovrebbero essere visti come amici bisognosi di assistenza e di sostegno nel momento di loro massima necessità”.

 

     “Servono più servizi, assistenza socio-sanitaria e ricerca  per umanizzare il Sistema Sanitario Nazionale con una maggior collaborazione tra i professionisti della Sanità italiani e di origine straniera per tutelare il diritto alla salute”: lo ribadisce Foad Aodi, Presidente di AMSi e Focal Point per l’Integrazione in Italia presso l’Agenzia Onu UNAOC.

 

      “Lavorando insieme vogliamo attivare una “rete umana” che pensi prima di tutto ad aiutare le persone.  Internet e la telemedicina ci consentono oggi di fornire agli immigrati e ai rifugiati gli strumenti necessari per vivere con dignità il loro inserimento nella nostra società”. Dichiara Maria Amata Garito, Rettore dell’Università Telematica Internazionale UNINETTUNO.

 

     Emergenza Sorrisi ha curato e continua a curare migliaia di bambini in Africa ed in Medio Oriente grazie al lavoro sul campo di medici volontari italiani e stranieri. l’Ateneo internazionale UNINETTUNO, impegnato da anni in progetti di cooperazione internazionale, ricerca e didattica a distanza, ha consentito il riconoscimento del percorso di studio a migliaia di studenti stranieri, portandoli al conseguimento di un titolo di studio riconosciuto da alcuni Paesi europei e del mondo Arabo.  L’AMSI, ha consentito il riconoscimento del percorso di studio intrapreso all’estero di numerosi Professionisti della Salute ed operatori sanitari che lavorano oggi nelle maggiori strutture sanitarie nazionali.

Condividi su:

Danimarca, via alla confisca di soldi e preziosi ai profughi

Undicesimo Rapporto dell’Osservatorio Romano sulle Migrazioni (Roma, 18 febbraio 2016)