in

Face2Place. I volti delle città europee: storie di migrazione tra ieri e oggi [Bergamo, 9 giugno 2014]

Face2Place

I volti delle città europee:

storie di migrazione tra ieri e oggi

 

Cinque corti per raccontare cinque storie di integrazione

 

Lunedì 9 giugno ore 21

Cinema Conca Verde – sala 2

 

Lunedì 9 giugno alle ore 21 nella sala 2 del Cinema Conca Verde (Via Guglielmo Mattioli 65 – Bergamo, ingresso gratuito), durante la prima serata dell’8^ edizione del Festival di cortometraggi “C’è un tempo per… l’integrazione”, verranno presentati i cinque corti del corso Face2Place – i volti delle città europee: storie di migrazione tra ieri e oggi.

  

Il tram come luogo di integrazione, Storia di Cinzia Heather Villanueva, Storia di Victor Galvez Serpa, Storia di Rosita – L’integrazione si fa sul campo e Storia di Elyasid – L’integrazione sui banchi d scuola racconteranno, attraverso luoghi, hobby, passioni e sogni, cinque storie vere.

 

“Da anni stiamo promuovendo in Italia progetti interculturali e campagne di sensibilizzazione per contribuire ad una corretta lettura del fenomeno migratorio e per favorire l’integrazione” afferma Giangi Milesi, presidente del Cesvi.

“Solo l’incontro, l’interazione e l’ascolto dell’altro possono abbattere gli stereotipi che troppo spesso popolano l’immaginario collettivo” conclude Milesi.

 

Face2Place rientra nel più ampio progetto Cesvi “Face2Face.Facilitating dialogue between migrants and European citizens”, realizzato grazie al contributo della Commissione Europea – Fondo Europeo per l’integrazione, che si propone di rompere gli stereotipi, i cliché e le connotazioni negative in cui è facile imbattersi quando si parla di migrazione e integrazione. Per raggiungere l’obiettivo di cambiare il sentire e l’attitudine dell’opinione pubblica è indispensabile partire da una corretta lettura e comunicazione del fenomeno da parte dei media e far sì che anche i migranti facciano la propria parte, imparando a comunicare e a comunicarsi.

Face2Face si svolge in quattro Paesi europei (Italia, Repubblica Ceca, UK e Spagna) coinvolgendo migranti, seconde generazioni e cittadini locali in percorsi di avvicinamento a vecchi e nuovi strumenti di comunicazione.

 

All’evento saranno presenti il presidente Cesvi Giangi Milesi e Giancarlo Domenghini, promotore del Festival “C’è un tempo per… l’integrazione”, che dialogheranno con gli autori e i protagonisti dei corti

A conclusione della serata sarà offerto un rinfresco.

Condividi su:

Boom di visti per l’Italia, ma non è immigrazione

Papa Francesco: “Garantire i diritti degli zingari, sono disprezzati”