in

Razzismo. Cori contro Balotelli e Napoli, chiusa la curva dell’Inter

La decisione di giudice sportivo dopo il derby di domenica scorsa. “Discriminazione razziale e territoriale”

Roma – 8 maggio 2014 –  Cinquantamila euro di multa e l’obbligo a disputare una partita il secondo anello verde della Curva nord senza spettatori.  È la pena inflitta ieri all’Inter dal giudice sportivo della Lega di serie A Gianpaolo Tosel per il comportamento dei tifosi durante il derby contro il Milan di domenica sera.

“I sostenitori della Società nero-azzurra – scrive il giudice – al 1°,  4°, 18°, 26° e 33° del primo tempo avevano  indirizzato al calciatore Mario Balotelli delle grida e dei cori (“buuh”), inequivocabilmente  espressivi di “discriminazione per motivi di razza” e che gli stessi al 39° del primo tempo  avevano intonato il coro “Napoli m…, Napoli cole ra, sei la vergogna dell’Italia intera…”,  tipicamente espressivo di “discriminazione per motivi territoriali”.

Salgono così a tre le partite che l’Inter giocherà senza tifosi in curva. La società si era infatti già vista infliggere la stessa pena per due turni a causa di altri cori discriminatori indirizzati ai napoletani durante la partita con il Napoli.
 

Condividi su:

Europee. Nello spot della Lega parlano gli immigrati: “Non venite in Italia”

Mare Nostrum. Il governo: “Operazione a tempo, ma chi arriva ha diritto all’asilo”