in

Trionfa Elhaida Dani. The voice of Italy è albanese

Il talento arrivato da Scutari sbanca con oltre il 70% delle preferenze la finale del talent show. Festa grande su entrambe le sponde dell’Adriatico

Roma – 31 maggio 2013 – La prima edizione di The voice of Italy ha la sua vincitrice, la voce d’Italia si chiama Elhaida Dani. È una voce meravigliosa, di un’ampia estensione, calda e avvolgente, ma dal forte accento straniero. Perché la 20enne, che vive a Formia, è nata a Scutari, in Albania, e in rete esplode la gioia e l’orgoglio di migliaia di albanesi che vivono nel Belpaese.

Lo spettacolo comincia come sempre pochi minuti dopo le nove di sera. L’emozione è tanta. Si presentano i finalisti, si assegna a ciascuno di loro un codice, importantissimo. È quello per il televoto da casa, l’unico modo rimasto per far vincere il proprio beniamino. L’altro era il download dei loro brani inediti: ogni brano scaricato fino alle 24 del mercoledì valeva 2 punti per il finalista che lo cantava.

Ancor prima che la serata cominciasse, anzi da settimane ormai, Elhaida Dani era data come favorita: il suo brano era il più scaricato; nei sondaggi quasi sempre la prima, più “mi piace” in facebook che tutti gli altri i finalisti messi insieme. Però la prudenza è d’obbligo: chi in conclave entra papa ne esce cardinale… Non sarà il caso di Elhaida.

Comincia la prima fase della finale. Elhaida canta il pezzo reso famoso da Whitney Houston, “I Will Always Love You”. Presentando la sua finalista albanese, Cocciante sottolinea “un grande talento non conosce confini”, mentre dopo l’esibizione, come sempre emozionato dall’interpretazione della sua allieva, rivendica: “merita il titolo perche ha una voce meravigliosa con un’ampia estensione”.

Nella seconda esibizione, cantano insieme coach e concorrente.  Cocciante sceglie la sua canzone Margherita. Emozionante per tutti e due. Per Elhaida è la canzone di lui che conosce da bambina e che le piace di più, per lui è la prima volta che la condivide con un altro artista.

L’ultima esibizione della prima fase è l’inedito. Il brano di Elhaida è “When Love Calls Your Name" di Cocciante, che lui considera importante e tiene da tempo in un cassetto. La giovane si dice onorata della sua fiducia e promette di dare il massimo. E così è. Cocciante rimane contentissimo dall’interpretazione: “Era una pietra preziosa, ma lei l’ha fatto diventare un diamante”.

Dopo l’esibizione di tutti i finalisti con i Modà, ospiti della serata, arriva il momento della prima eliminazione. Si chiude il televoto, e si dà il verdetto: passa Veronica del team Carrà, Elhaida e Timothy della squadra di Pelù.

Comincia la seconda fase. I tre finalisti rimasti si esibiscono con la canzone con la quale si presentarono nelle blind audition. La 20enne Elhaida canta “Mamma knows best”, canzone con la quale il 28 marzo ebbe tutte e quattro le poltrone dei giudici girate verso di lei e loro a farle “la corte”.

Nell’attesa trepidante del nuovo verdetto del pubblico che eliminerà un altro finalista, Cocciante ha soltanto due parole per descrivere Elhaida: “Fantastica! Meravigliosa! Spero che anche il pubblico l’abbia capita”. E il pubblico l’ha capito e vota proprio lei e Timothy.

Ormai Elhaida Dani è veramente soltanto un passo dal grande titolo.

Sono i minuti più tesi. Per i finalisti e per i loro ammiratori. E seguendo un po’ le chiacchiere in rete vedi come la febbre di The Voice ha contagiato un po’ tutti. Dall’Albania e non solo da lì, ma anche da Grecia, Austria, Svizzera, si raccomandano di dare i cinque voti, visto che lì seguono Rai2 ma non possono votare. Chi è di Scutari, particolarmente orgoglioso di Elhaida, si vanta di aver dato tramite parenti e amici residenti in Italia circa 100 voti. Intanto tutti fanno gli scongiuri e trovano belle parole di stima per la connazionale.

Sbirciando nelle amicizie di Timothy respiri lo stesso clima: messaggi calorosi e convinzione di sicura vittoria.

I minuti passano. Canta prima Timothy e alla fine tocca di nuovo a Elhaida. Si presenta di nuovo con Adagio, il brano che più di ogni altro commosse lei e il pubblico e il 16 maggio la fece volare in semifinale. Anche adesso come allora, è un trionfo. “Mi commuovo, ogni volta che la sento cantare” dice Cocciante che fa luce su un lato bello del carattere della sua pupilla “Elhaida mi insegna l’umiltà”.

Il momento clou della serata si avvicina. Arriva l’ultima busta del giudizio del pubblico. Dentro il nome del vincitore, della Voce. È … Elhaida Dani! Proprio lei, la voce albanese di The voice of Italy. Una vittoria netta: 71,70% dei voti sono per lei. Scoppia in lacrime e ringrazia, italiani e albanesi, con poche parole, ma accontentando tutti: “Grazie Italia! Faleminderit!”.

Commossi, contenti e fieri di lei, tantissimi albanesi, accompagnati da tanti italiani,  cominciano la festa sulla piazza virtuale.

Keti Biçoku

Leggi anche
The Voice of Italy. Zëri i Italisë quhet Elhaida Dani (Shqiptariiitalise.com)

Condividi su:

Ue. Accordo per ‘comunitarizzare’ gestione spazio Schengen

Assegno sociale anche a chi vive in un nucleo titolare di reddito