in

Bellanova: “La Regolarizzazione era necessaria, questione di dignità”

Roma, 19 agosto 2020 – “Numeri importanti che confermano ancora una volta di più la bontà della norma, la sua necessità, la giustezza del percorso avviato che adesso dovrà necessariamente proseguire anche con il Piano Triennale contro il caporalato, con la piattaforma che agevola l’incrocio trasparente domanda e offerta di lavoro, e l’offerta integrata di servizi a partire dal trasporto”.

Questo il commento della ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova, commentando i dati definitivi della regolarizzazione.

Secondo la ministra “si tratta di oltre 200mila persone, uomini e donne sottratte all’invisibilità e restituite alla dignità e regolarità dei rapporti di lavoro e circa 13mila cittadini stranieri che da oggi, potendo contare su un permesso di soggiorno regolare, possono trasformarlo in permesso di lavoro regolare”.

Terminata la regolarizzazione: presentate più di 207mila domande, l’85% per colf e badanti

Salvini: “L’Italia non può finire nelle mani di bande di immigrati clandestini”