in

Diritto di voto. Sono diventato da poco cittadino italiano. Come si vota? Da quando posso votare?

Roma, 11 ottobre 2021 – Il diritto di voto  è riconosciuto a tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto 18 anni (o 25 per il Senato).

Quindi, anche coloro che diventano cittadini italiani successivamente alla maggiore età acquisiscono automaticamente la cosiddetta capacità elettorale, essendo necessario come unico ulteriore requisito la residenza in Italia o residenza Aire (Anagrafe degli Italiani residenti all’estero).

Impediscono però l’esercizio del diritto di voto le seguenti cause di natura penale: misure si sicurezza, misure di prevenzione, sentenze che prevedono l’interdizione da cariche pubbliche.

Ogni cittadino italiano viene quindi iscritto – d’ufficio, senza quindi necessità di domanda da parte dell’interessato – nelle liste elettori presso il proprio Comune di residenza, che vengono aggiornate:

  • a giugno e a dicembre di ogni anno per l’inserimento dei cittadini che compiranno 18 anni nei sei mesi successivi, e la cancellazione dei cittadini irreperibili
  • a gennaio e a luglio per l’aggiornamento in caso di morte, trasferimento in altro Comune, perdita della capacità elettorale, acquisto o perdita della cittadinanza.

Oltre a queste revisioni, in caso di elezioni è previsto un ulteriore aggiornamento, che iniziano circa 50 giorni prima della data delle elezioni e terminano 15 giorni prima delle stesse.

Quindi, coloro che acquisiscono la cittadinanza italiana possono essere iscritti sia nel corso delle revisioni ordinarie (gennaio e luglio di ogni anno) sia in vista delle elezioni, ed esercitare il diritto di voto se rientrano in quella fascia temporale.

La tessera elettorale viene consegnata alla residenza dei nuovi iscritti, con avviso – in caso di assenza – per il ritiro presso l’Ufficio Elettorale.

Anche la perdita del diritto di voto viene notificata a mani dell’interessato, che potrà sempre proporre ricorso alla Commissione Elettorale Circondariale.

Inoltre è sempre possibile verificare la propria iscrizione alle liste elettorali richiedendola allo sportello dell’Ufficio Elettorale del proprio Comune di residenza.

Articolo realizzato per Stranieri in Italia da: Federica Merlo, avvocato

Clicca per votare questo articolo!
[Totale: 2 Media: 5]

Elezioni comunali. Boccia: “Ai ballottaggi scelta è tra città aperte e muri di Salvini”

Bollettino covid 11 ottobre, sono 1.516 i nuovi casi e 34 le vittime