in

Kube, giovane rock italo-ucraino

Un mix di sonorità, non a caso il loro ultimo album si chiama Sindrome bipolare. Nazar Motrovych: “Per la nostra strada, a goderci ogni piccolo passo”

Roma – 24 giugno 2011 – I Kube sono un gruppo rock di Fano composto da tre ragazzi: un ucraino, un russo e un italiano. Questo mix di provenienze crea una musica molto interessante, che fonde le migliori sonorità dei loro Paesi.

 

Anima della band è l’ucraino Nazar Motrovych, voce dei Kube, autore di musica, testi e arrangiamenti. “La musica è nella mia testa. Basta trovare un momento di ispirazione per tirarla fuori. Cosi nascono i miei canzoni” racconta.

Motrovych ha raggiunto la madre in Italia nel 2001 e si è innamorato della cultura di questo Paese, “dove antico e moderno convivono”. Ha studiato all’alberghiero e ha iniziato a lavorare come chef.

In Ucraina aveva già fondato alcuni  gruppi musicali, una strada che ha deciso di seguire anche qui. Studia nella filiale di Pesaro dell’Accademia di musica moderna di Milano e nel 2009 ha creato i Kube con il suo amico Ivan Veliksar, al quale ha insegnato a suonare il basso. Oggi il trio è completato dal batterista Mattia Giuliani.

Il primo disco dei Kube,  del 2009, era tutto in ucraino e si intitolava “Underground”. “Perche abbiamo scelto questo nome? Semplicemente perche eravamo completamente sconosciuti” spiega Motrovych  La canzone che ha avuto più successo, Lechu Do Tebe (Volo da te), è anche diventata un video (qui sotto).

Nel 2011 è uscito il secondo disco della band “Sindrome bipolare”, composta da cinque canzoni in ucraino e cinque in italiano. “Questo disco rappresenta le due facce della mia personalità , ucraina e italiana” spiega Motrovych.

In questi giorni i KUBE sono impegnati nella fase eliminatoria del concorso per band emergenti Fanote 2011 (si può votare online). Per ora sono al secondo posto della classifica  provvisoria e non disdegnano un piccolo aiuto dai nostri lettori.

Ma non è il sogno del successo che fa suonare i Kube. “Noi non cerchiamo di arrivare alle stelle. Facciamo ciò che ci diverte e che fa divertire il pubblico. Andiamo per la nostra strada, cercando di goderci ogni piccolo passo” conclude il frontman del gruppo.

Leggi anche
Гурт KUBE. Український рок в Італії (Gazetaukrainska.com)

Marianna Soronevych

Condividi su:

Consiglio Europeo: “Rivedere le regole di Schengen”

DECRETO-LEGGE 23 giugno 2011, n. 89